Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Mura di Volterra

Volterra / Italia
Vota Mura di Volterra!
attualmente: 08.00/10 su 2 voti
Le antiche mura etrusche di Volterra, delle quali attualmente restano solo avanzi grandiosi, si allargavano in un circuito di circa sei miglia. Composte di pietroni misurati, uniti e sovrapposti senza alcun cemento, esse sono uno degli esempi più luminosi dello splendore e del decoro dell'antichissima civiltà Toscana.
Le moli che formano queste mura hanno la straordinaria grossezza di dodici palmi naturali; sono composte tutte di sasso e situate in luoghi di difficile accesso. Il circuito delle mura attuali è circa un terzo delle antiche, e appartiene per massima parte al periodo medioevale, e, in alcuni punti è conservato assai bene. E’ da osservarsi la porta Pisana o di San Francesco, uno dei più bei monumenti medievali della città; e così anche il Bastione fuori della porta Fiorentina e gli Sproni, fuori di porta a Marcoli, che appartengono all'evo moderno e precisamente al governo di Cosimo I, che li fece costruire quando temeva che per causa del principato di Piombino potesse scoppiare una guerra fra Jacopo d'Appiano, la repubblica di Siena e gli Imperiali. Le due grosse palle di pietra infisse nelle mura nell'angolo delle medesime, tra Porta a Selci e porta a Marcoli, indicano il luogo ove Federico di Montefeltro, duca d'Urbino, aprì la breccia per cui le soldatesche fiorentine nel 1472 entrarono in città.
La cinta medievale volterrana fu edificata nel secolo XIII. Iniziata, al sorgere del secolo durante il regime consolare, come rifacimento e rafforzamento della muraglia etrusca, fu proseguita metodicamente fino al 1254, anno in cui i fiorentini imposero con le armi il costituto popolare e il governo di parte guelfa. Nel 1260 il regime ghibellino, succeduto a quello guelfo, costatata la vulnerabilità del sistema difensivo volterrano dovuta al troppo esteso perimetro del circuito etrusco, ingaggiò quaranta maestri di pietra finché la città non fosse completamente murata: iniziato nell’autunno del 1260, il lavoro fu terminato nel giro di pochi anni.
Nel 1343 fu edificato il castello, oggi Rocca Vecchia, al vertice orientale dell'acropoli aggettato sul tratto delle mura etrusche comprendenti la Porta a Selci. Alla fine del XIII secolo le lotte fra guelfi e ghibellini, qui presenti come in ogni altra città Toscana, si risolsero con la vittoria dei primi, ponendo così le basi al controllo fiorentino della città. Il segno più tangibile della presa di potere di Firenze si ebbe con la costruzione del complesso della Rocca, voluta da Lorenzo il Magnifico nel 1472, dopo la conquista militare della città.
Condividi "Mura di Volterra" su facebook o altri social media!