Login / Registrazione
Sabato 10 Dicembre 2016, Madonna di Loreto
follow us! @travelitalia

Complesso di San Dalmazio

Volterra / Italia
Vota Complesso di San Dalmazio!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
Il Complesso monastico di San Dalmazio sorge in Via Borgo Nuovo. Un tempo formata dalla chiesa, tuttora esistente, anche se chiusa al pubblico, e dal convento, trasformato, in epoche successive in scuola e poi in abitazioni, la struttura fu edificata agli inizi del Cinquecento. Oltre alla chiesa e al convento, essa presenta gli orti e, lungo la Via di Borgo Nuovo, si apre un varco che immette nel pregevole chiostro con il bel loggiato dalle colonne e i capitelli in pietra arenaria.
Fabbricata a spese del Comune, forse su disegno dell’Ammannati, la chiesa fu consacrata nel 1547. L’intero complesso, di proprietà della famiglia Inghirami, appartenne alle religiose della regola di San Benedetto. Le benedettine di San Dalmazio vissero, fino al 1612, sotto la regola di S. Benedetto e poi furono aggregate alla congregazione cassinese. La facciata, in pietra volterrana, è attribuita a Bartolomeo Ammannati.
All’interno, la cupola è affrescata con l’Apoteosi di San Dalmazio vescovo di Pedona, opera di Ranieri del Pace del 1709. Sull’altar maggiore, fatto di stucchi e dorature, si trova il coro sovrastante la navata, impreziosita da stucchi policromi e con finte architetture di cupole, aperte verso il cielo, su disegno di padre Leopoldo Dal Pozzo. La chiesa è a tre soli altari: uno a destra, uno a sinistra e l’altar maggiore. Presenta la Deposizione della Croce, olio su tavola centinata, opera del volterrano Giovan Paolo Rossetti, eseguita tra il 1551 e il 1556; un Noli me tangere di Giovanni Balducci; un’Ostensione dell’immagine di San Domenico di Jacopo Vignali e due ovali con Storie di San Benedetto di Giovanni Camillo Sagrestani. Nel 1525 Tommaso Palacchi dipinse per il refettorio del monastero una Cena di Gesù con gli apostoli.
Condividi "Complesso di San Dalmazio" su facebook o altri social media!