Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Badia Camaldolese

Volterra / Italia
Vota Badia Camaldolese!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
Magnifico edificio era quello della Badia dei frati Camaldolesi, che sorge fuori di Porta San Francesco (o Porta Pisana). Detta anche Badia di San Giusto, la Badia Camaldolese e la chiesa annessa furono erette nel 1030 presso la chiesa di San Giusto al Botro. Quest’ultima conservava le spoglie dei Santi Giusto e Clemente e franò nel Seicento per l'inarrestabile avanzare della voragine delle Balze.
La Badia fu centro di cultura e di arte e fu arricchita con opere di Giotto, del Ghirlandaio, di Botticelli, oltre che di una biblioteca ricca di incunaboli e manoscritti. Nel 1864 essa fu colpita da un primo terremoto; da allora in poi l'opera di corrosione fu implacabile e costrinse i frati ad abbandonare l’edificio. Dell’abbazia oggi resta ancora intatto il bel chiostro - disegnato forse dal grande architetto Bartolomeo Ammannati - e il refettorio con gli affreschi di Donato Mascagni, detto frate Arsenio, raffiguranti episodi della vita di San Giusto e San Clemente. Della chiesa, rovinata nel 1895, rimane un'abside romanica - bellissima, specialmente all'esterno - e la possente torre campanaria di epoca medievale.
Condividi "Badia Camaldolese" su facebook o altri social media!