Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Palazzo degli Alessandri

Viterbo / Italia
Vota Palazzo degli Alessandri!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
Comprende le varie costruzioni poste nella Piazza di San Pellegrino, conservate quasi nella loro integrità e nel loro carattere medioevale con portici, archi, balconi ecc.: ed è il punto forse più pittoresco di tutta la città. Visto di notte, al chiaro di luna, è proprio meraviglioso per gli effetti fantastici che la luce crea per la fuga degli archi. La costruzione risale ai primi del Duecento. Ristrutturato nel corso del Novecento, l’edificio è caratterizzato da un profferlo chiuso ad arco, e ornato da una decorazione a stella. Un edificio successivo venne collegato a quello principale attraverso un arco rampante, la cui facciata è costituita da un portico formato da archi a tutto sesto, sorretti da colonne. Sul retro si scorgono la Torre Alessandri e la Torre Scacciaricci.
Così ne scriveva, a cavallo fra Otto e Novecento, Cesare Pinzi: “Dentro quelle mura e sulla via circostante corsero più volte fiumi di sangue cittadino, e quelle tre torri, ora mezzo diroccate, che veggonsi sorgere lì presso, appartennero a tre diverse famiglie nobilesche, tra loro nemiche, e si battagliarono anche esse accanitamente, accendendo la guerra civile, che da quella contrada si propalava in un baleno per la città. Quando, dopo la morte di Federico Il, si pose un po' di tregua tra i Ghibellini ed i Guelfi viterbesi, Innocenzo IV, nel rappacificarsi colla città, pose per condizione del suo perdono che non si demolisse questo nobile palazzo, allora posseduto dai figli di Rollando degli Alessandri. E la promessa fu attenuta. Estintasi questa schiatta di riottosi, il palazzo colle case adiacenti passò, verso la fine del secolo decimo quinto, alla nobile famiglia dei Pollioni”.
Condividi "Palazzo degli Alessandri" su facebook o altri social media!