Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Pietro Martire

Vigevano / Italia
Vota Chiesa di San Pietro Martire!
attualmente: 09.50/10 su 4 voti
Caratterizzata dallo stile gotico lombardo, la chiesa di San Pietro Martire sorge su Piazza Beato Matteo. L’edificio fu eretto a partire dal 1363, forse su disegno di Bartolino da Novara. Nel 1446 i Padri Domenicani presero possesso della chiesa e dell’annesso convento. I lavori di ampliamento della chiesa risalgono al 1480, anno della consacrazione; in quell'anno fu spostata in avanti la facciata. Tra il 1839 e il 1840, la navata centrale ha subito innovazioni, quali l'introduzione di una volta ogivale che ha nascosto la cassonatura del soffitto.
La facciata è divisa in tre parti, che corrispondono alle navate. La parte centrale è sormontata da tre pinnacoli. Il portale, realizzato in stile gotico, presenta una cornice in cotto, ornata da bassorilievo. Sulla facciata l'affresco raffigurante il Martirio di San Pietro da Verona (1918) è stato coperto alla fine degli anni '60 del Novecento da una formella dello scultore Bonacasa. Sulla facciata laterale s’intravvedono tracce di una porta, ora murata - che costituiva l'ingresso riservato al duca e alla sua corte - sovrastata da lunette con un'immagine cinquecentesca della Madonna in trono circondata dai santi e tondi di scuola luinesca raffiguranti L'annunciazione, opere estremamente degradate.
L’interno è a croce latina imperfetta e si distribuisce su tre navate divise da alti pilastri terminanti in archi a sesto acuto nervati. A destra le cappelle laterali sono dedicate a San Cristoforo; a Sant’Antonio da Padova; a San Vincenzo Ferreri, con una pregevole tela seicentesca di anonimo raffigurante L'Eucaristia; alla Santissima Trinità, che comprende una grande tela raffigurante L'incoronazione della Vergine. A sinistra sono le cappelle dedicate a San Pietro Martire, a San Giuseppe, a San Domenico, a San Pio V e alla Beata Vergine della Mercede.
Nel transetto, è notevole il Crocefisso ligneo del Trecento, cui è dedicata la cappella: tradizione vuole che il Crocifisso abbia parlato al Beato Matteo Carreri. Sempre nel transetto,sono tre affreschi quattrocenteschi. Proseguendo, appare un pregevole dipinto settecentesco, di autore ignoto, rappresentante il Martirio di San Pietro, poi l'antica icona della Madonna della Mercede e, infine, valide opere del Seicento.
I resti del Beato Matteo Carreri sono custoditi in un'urna d’ebano, posta in una cripta sotto l'altar maggiore.
Condividi "Chiesa di San Pietro Martire" su facebook o altri social media!