Login / Registrazione
Domenica 25 Settembre 2016, Sant'Aurelia
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Dionigi

Vigevano / Italia
Vota Chiesa di San Dionigi!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
Prospetta su Piazza Martiri della Liberazione, è in stile barocco e ha origini molto antiche. E’ documentato che, sul luogo, già nel 1323 esisteva una chiesa, detta Casa delle elemosine. Al primo edificio se ne sovrappose un altro, le cui tracce si fanno risalire alla metà del Quattrocento. I lavori per la costruzione della chiesa attuale, sollecitati dall’omonima Congregazione, ebbero inizio nel 1750. Nel 1780 fu costruita la cupola e cinquant'anni dopo fu riadattato il campanile. Fra il 2007 e il 2009 – l’edificio è stato sottoposto a un radicale restauro; la Chiesa è stata concessa per 90 anni in comodato alla Fondazione di Piacenza e Vigevano, poi sconsacrata e destinata ad auditorium, per ospitare conferenze, convegni e meeting.
La facciata in mattoni è attribuita all'architetto Ruggeri. L’interno contiene cinque altari: il maggiore, collocato al centro, è ricco di marmi variegati e policromi. A sinistra si apre la Cappella del Santo Sepolcro, che contiene emblemi della Passione, opera lignea del Quattrocento; quindi l'altare dei SS. Gaetano e Andrea Avellino. Sulla destra sono posti gli altari di San Giovanni Battista e di Sant’Antonio Abate. Nel coro spicca la grande tela del Martirio di San Dionigi, opera egregia di Giovan Battista Crespi, detto il Cerano. Notevoli sono anche le opere pittoriche del Guallini, del Silvestri e del Garberini. Tutte le opere sono state restaurate: in particolare, è stato ricollocati al suo il Compianto, con il Cristo Morto e le statue lignee, opera di un tagliatore del Cinquecento.
Curiosa la lastra di granito nel pavimento presso l'entrata. Essa copre il sepolcro dei giustiziati, in cui venivano deposti, in passato, i corpi dei condannati alla pena capitale.
Condividi "Chiesa di San Dionigi" su facebook o altri social media!