Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Vicoli veronesi

Verona / Italia
Vota Vicoli veronesi!
attualmente: senza voti.
Verona è una città ammirata, non solo per i suoi monumenti di fama universale, ma anche per le sue bellezze minori.

Si può dire anzi che queste ultime siano le più ricercate dagli amatori raffinati, i quali si compiacciono delle loro "scoperte" come di un patrimonio artistico affatto personale, del quale conservano spesso gelosamente il segreto, da rivelare solo agli amici più fidati e più sensibili al fascino misterioso della nostra città.

Tra queste "bellezze minori" un posto tutto particolare occupano i vicoli, che talvolta sono così ben nascosti da sfuggire all'attenzione del più abile "ricercatore"; non infrequente è il caso di altri vicoli che, pur continuamente percorsi, conservano degli angoli o dei particolari bellissimi, vicino ai quali noi passiamo senza prestare alcun'attenzione.

Alla prima serie appartiene sicuramente il Vicolo Raggiri, il quale si trova esattamente dietro all'isolato del palazzo Pellegrini di Via Rosa ed è caratterizzato soprattutto dalla presenza di alcuni archi pensili che tengono unite le facciate opposte delle due case che formano appunto il vicolo.

Anticamente il vicolo era denominato "dei tre volti", dei quali uno costruito dai conti Pellegrini verso l'inizio del '600, metteva in comunicazione i due isolati appartenenti entrambi alla medesima famiglia. Nell'immediato dopoguerra gli archi sono stati completamente intonacati, con grave danno dell'effetto pittoresco. Adesso però l'intonaco va riprendendo la sua antica patina, con grande consolazione degli innamorati di antichità.

Un'altra curiosità relativa al vicolo è fornita dalla targa marmorea che lo definisce "cieco", mentre in realtà mette direttamente in comunicazione Via Rosa con Piazzetta Monte; l'incongruenza proviene dal fatto che solo da poco tempo è stata abbattuta la parete che rendeva cieco questo singolarissimo vicolo della vecchia Verona.

All'altra serie appartiene il Vicolo Crocioni (tra Via Cappello e Piazza Navona), in una corticella interna del quale si poteva ammirare fino a qualche decennio fa un insieme di finestre, di poggioli, di ballatoi, di archi e di altri elementi architettonici così disparati e pur così armoniosi da lasciare incantati.

Purtroppo, un bombardamento aereo ha distrutto completamente un angolo così suggestivo della vecchia Verona; adesso è scomparso anche il cortiletto e al suo posto è stato costruito un moderno edificio.
Fonte: Vita Veronese - 3/1951

Condividi "Vicoli veronesi" su facebook o altri social media!