Login / Registrazione
Sabato 3 Dicembre 2016, San Francesco Saverio
follow us! @travelitalia

Porta Vescovo

Verona / Italia
Vota Porta Vescovo!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
Cenni storici
Dopo la pacifica riconquista di Verona, avvenuta nel 1517, Venezia ordinò l'abbattimento di tutte le costruzioni e pose il divieto di coltivare alberi da fusto per uno spazio di un miglio tutto intorno alla città. Le case che già allora univano il centro con le borgate suburbane di San Massimo e Santa Lucia vennero spianate: Verona risultò completamente isolata dentro la sua compatta cinta muraria, una specie di gran fortezza. Si cominciò quindi a por mano ad un generale progetto di risistemazione di tutto il complesso fortificatorio.
Nella prima fase dei lavori, sotto la sovrintendenza del comandante militare Teodoro Trivulzio, fu – tra l’altro – ricostruita la Porta del Vescovo. Non si conosce l’origine della denominazione: la porta fu detta del Vescovo forse perché, in età comunale, il vescovo di Verona poteva qui esigere certi tributi, forse perché – durante la dominazione della Serenissima – vi transitavano i vari vescovi che provenivano da Venezia per insediarsi sulla Cattedra di San Zeno. In ogni caso, la primitiva porta medievale fu sostituita da una porta cinquecentesca che venne poi ampiamente edificata e ampliata nel 1862-1863, durante la dominazione austriaca.

Architettura
Sul fronte esterno è leggibile la data del completamento dei lavori: 1520. Il disegno è chiaramente riferibile al gusto rinascimentale veneziano, ma la sua armonia è stata notevolmente alterata da una serie di lavori, alcuni consigliati dal Sammicheli: (che riteneva Porta Vescovo sguarnita e poco adatta alla funzione di "cavaliere" tra il bastione delle MaddaIene e il torrione dl Santa Toscana), altri compiuti dagli Austriaci nel 1860. Qualcosa della Porta del 1520 è possibile vedere nel disegno di fine settecento dell'ingegnere Adriano Cristofali. La lapide sulla facciata interna ricorda che attraverso questa porta il 16 ottobre 1866 entrarono in Verona le truppe italiane.
Fonte: Notiziario BPV numero 3 anno 1984

Condividi "Porta Vescovo" su facebook o altri social media!