Login / Registrazione
Domenica 25 Settembre 2016, Sant'Aurelia
follow us! @travelitalia

Michele Sammicheli

Celebre architetto, studiò a Roma alla scuola di Michelangelo, del Bramante e del Sangallo ed acquistò bella fama anche come ingegnere militare.

Col Vignola, col Sansovino e col Palladio, egli segna la fine della rinascita propriamente detta e annuncia lo stile accademico. Da Clemente VIII ebbe incarico di restaurare le fortezze di Parma e Piacenza; per conto di Venezia costruì ridotte nelle isole di Cipro e di Creta ed al Lido eresse il forte di Sant'Andrea.

A lui si devono i disegni delle chiese di San Domenico ad Orvieto e della Madonna delle Grazie a Montefiascone; dei palazzi Bonsignori ad Orvieto, Grimani e Comachi a Venezia; Roncade a Rovigo; delle tombe d’Alessandro Contarini e del cardinale Pietro Bembo a Padova.

In patria costruì il palazzo della Prefettura, il Palazzo Bevilacqua, il Palazzo Canossa, il Palazzo Pompei, Malfatti, il portale del Palazzo dei Tribunali; la cappella Pellegrini, in San Bernardino; la Porta Palio, la Porta Nuova.

Ne trattano: il Vasari; Pietro Brandolese, in Guida di Padova (Padova, 1795); Bruno Apolloni, in Enciclopedia italiana del Treccani; Ferdinando Albertelli, in Parti fabbriche del Sammicheli (Milano, 1815); Antonio Selva (Roma, 1814); Diego Zannandreis, in Vite dei pittori, architetti ecc. (Verona, 1891) e F. Bartoli, in Guida di Rovigo (Venezia, 1793).

La città nativa gli eresse un monumento l'anno 1874, opera di Battista Troiani di Villafranca.
Condividi "Michele Sammicheli" su facebook o altri social media!