Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Giulio Carpiani

Allievo del Varotari (Padovanino) a Padova, operò in quella città e poi a Venezia lasciando in entrambe le città opere notevoli. Si trasferì quindi a Verona dove fissò la sua dimora, vi tenne scuola ed ebbe tra i suoi discepoli Martino Cignaroli e il figlio Carlo che fu poi suo valido aiuto.

Dipinse soggetti religiosi, ma assai più di carattere mitologico: egli è il celebrato autore delle favole e dei baccanali che adornavano quasi tutte le gallerie patrizie veronesi: Pompei, Dal Pozzo, Ridolfi, Monga, ecc., purtroppo tutte disperse. Giulio Carpiani fu anche valente incisore in rame.

Il Museo di Castelvecchio possiede due opere sue o piuttosto della sua scuola: Sacrificio di lfigenia; Ninfe e satiri. A San Nazzaro San Mauro che risana gli infermi (III alt. a sinistra). L'Oratorio Della Torre in Fumane affrescato dal Carpiani assieme al Farinati non conserva quasi più nulla del lavoro originariamente notevole.

BIBLIOGRAFIA: Lanceni, Zannandreis, Da Persico, Simeoni.
Condividi "Giulio Carpiani" su facebook o altri social media!