Login / Registrazione
Domenica 25 Settembre 2016, Sant'Aurelia
follow us! @travelitalia

Giorgio Anselmi

Discepolo del Balestra fu presso i contemporanei in grande considerazione, quale artista precoce e fecondo. Una sua nota autografa del 1773 elenca tutti i suoi lavori ad olio e a fresco, eseguiti sino allora nelle chiese del Veneto, della Lombardia, dell'Emilia e del Trentino.

Chiamato nello stesso anno 1773 a Mantova, vi dipinse la cupola della chiesa di Sant'Andrea e alcune sale del Palazzo ducale. Nel 1795 fu a Lendinara per dipingere la cupola di quel Duomo, ma sventuratamente cadde dall'impalcatura e rimase ucciso. Il Museo di Castelvecchio possiede due opere sue: Il Trionfo de!la Fama e Il Trionfo dell'Amore. I palazzi Canossa, Erbisti e Paletta hanno sale e soffitti dovuti al suo pennello.

Altra notevole sua fatica le cinque tele con Storie del Vecchio Testamento nella chiesa di Santa Maria Maddalena in Desenzano.

BIBLIOGRAFIA: Da Persico; Zannandreis; Bernasconi; Simeoni; Cipolla d'Arco; Enciclopedia Treccani.
Condividi "Giorgio Anselmi" su facebook o altri social media!