Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
Lazy Katt - CC by-sa
follow us! @travelitalia

Giardino Giusti

Verona / Italia
Vota Giardino Giusti!
attualmente: 08.60/10 su 10 voti
Cenni storici. Il Giardino Giusti è uno dei più bei giardini italiani del tardo Rinascimento, e appartiene e fa da splendida appendice al Palazzo Giusti. Iniziato alla fine del cinquecento, il giardino fu via via completato ed abbellito. In esso, scrisse il Vallotto, la magnificenza gareggia con la natura e la sua costruzione, per accorgimenti, per accostamenti ad altri congeneri di Firenze, Fiesole, Roma, è da defininirsi “all’italiana”. La seconda Guerra Mondiale colpì duramente questo giardino: le piante se non furono dive!te o stroncate, furono terribilmente straziate, e non si tenne conto se erano piante comuni o di pregio. Attualmente, per le continue attive cure che gli sono prodigate, il Giardino ha ripreso la primitiva bellezza. Le statue allineate fra gli alti cipressi, i ricordi marmorei di età passate, le fontane con il loro filo d'acqua, le vasche muschiate ove galleggiano ninfee, sottolineano e danno risalto a questo Giardino, giustamente dichiarato Monumento Nazionale.

Struttura. A differenza dei confratelli d'altre città, nei quali la villa s'eleva sulla cima d'un colle, questo giardino è stato concepito in senso inverso: la dimora al piano, indi il cortile, poi il maestoso viale nell'asse centrale che conduce verso il «belvedere», e da questo al sommo della collina, la quale offre al visitatore una magnifica vista panoramica della città. Il grande viale dei cipressi, molto lodati da Goethe, divide il giardino in due parti distinte, formando a destra una zona boschiva che conduce al belvedere, mentre quella del lato opposto è tenuta a giardino all'italiana. In alto torreggia il romantico chiostrino (o loggetta), recante nell'interno iscrizioni storiche, talune importanti. Il grande viale centrale dei cipressi divide la zona tenuta a giadino da quella boschiva e conduce ad una terrazza con grotta. Da questa, per gradini e per sentieri, si sale al belvedere. Il giardino - come tutti quelli dell'epoca rinascimentale - è animato da statue, fra le quali quella della Peschiera, di Alessandro Vittoria, che il Maffei disse bellissima, e da lapidi romane.
Fonte: Guide 30

Condividi "Giardino Giusti" su facebook o altri social media!