Login / Registrazione
Domenica 4 Dicembre 2016, San Giovanni Damasceno
follow us! @travelitalia

Frà Giocondo da Verona

Frate domenicano, letterato, matematico, architetto, eseguì i disegni della Loggia del Consiglio e della porta del palazzo vescovile a Verona, del Fondaco dei Tedeschi a Venezia, e delle fortificazioni di Treviso (1509).

Salvò la Laguna dall'interramento del Brenta; operò a Parigi dove costruì il ponte di Notre Dame. Scoprì a Parigi undici lettere di Plinio, pubblicate da Aldo Manuzio (1508). Fu chIamato a Roma da Leone X per la fabbrica di San Pietro. Raccolse duemila iscrizioni antiche e annotò Cesare e Vitruvio.

Ne trattano G. Vasari, che lo chiama «uomo rarissimo ed universale in tutte le più lodate facoltà»; Vincenzo Marchese, in Memorie dei più insigni pittori, scultori e architetti domenicani (Firenze, 1854); Giuseppe Biadego (Venezia, 1917) e Giuseppe Fiocco in Enciclopedia Italiana del Treccani.
Condividi "Frà Giocondo da Verona" su facebook o altri social media!