Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Giovanni in Fonte

Verona / Italia
Vota Chiesa di San Giovanni in Fonte!
attualmente: 08.00/10 su 5 voti
Cenni storici
A questa chiesa romanica si accede dalla porta sotto l’organo di sinistra della cattedrale. La chiesa di San Giovanni in Fonte, dedicata a San Giovanni Battista, fu eretta in epoca longobarda e completamente rifatta nel 1123, dopo il terremoto del 1117. Svolse funzioni di parrocchiale fino alle soppressioni napoleoniche, anche se le sue antichissime origini restano legate alla propria destinazione quale battistero della cattedrale.

Architettura ed arte
Del battistero adiacente non resta traccia, ma la chiesa attuale, totalmente ricostruita in forme romaniche, ne rispetta, se non l'impianto, almeno la collocazione intermedia tra la cattedrale e il palazzo vescovile.
Esterno: la facciata e le absidi sono in tufo, mentre i fianchi alternano con bell'effetto cromatico i conci di tufo a filari di cotto e con finestrine a strombature. In pianta, la chiesa presenta tre navate ognuna con abside, sporgente verso il cortile del Vescovado. Caratteristica è la navata centrale, a ovest più lunga delle altre: tale struttura è legata alla contiguità con l'abside della cattedrale, ma potrebbe anche dipendere dal parziale utilizzo di fondazioni precedenti.
Interno: i capitelli delle colonne e di un pilastro sono ancora gli originali dell’VIII secolo. Sulle pareti vi sono affreschi del sec. XIV nella navata sinistra e nell'abside, e affreschi del primo quattrocento nell'absidiola destra; notevole – al centro della navata destra – un affresco staccato raffigurante la Deposizione, che risale alla seconda metà del XV secolo. Si possono poi ammirare tre tele: presso l'ingresso il Battesimo di Cristo, già sull'altar maggiore, opera firmata e datata 1568 di Paolo Farinati e la settecentesca Madonna col Bambino e Santi Michele, Girolamo e Giorgio di Michelangelo Prunati, proveniente dal terzo altare di sinistra della cattedrale; nella navata sinistra l'Immacolata con San Domenico, il beato Enrico da Bolzano e San Giovanni Battista di pittore anonimo degli inizi del seicento.

Fonte battesimale
La chiesa è giustamente famosa per il monumentale fonte battesimale ottagono, capolavoro della scultura romanica veronese risalente alla fine del XII secolo, opera dello scultore Maestro Brioloto. Le otto facce del fonte, tutte delimitate da eleganti colonnine di Foggia variata e da una serie sovrastante di archetti rampanti, raffigurano l'Annunciazione, la Visitazione e Natività, l'Annuncio ai pastori, l'Adorazione dei Magi, Erode ordina la strage degli innocenti, la loro Strage, la Fuga in Egitto e il Battesimo di Cristo. Il fonte è monolitico e inscrive all’interno una seconda vasca: attualmente è montato su due gradini, che ne seguono la pianta ottagonale.
Fonte: Guzzo, Simeoni

Condividi "Chiesa di San Giovanni in Fonte" su facebook o altri social media!