Login / Registrazione
Giovedì 24 Aprile 2014, San Fedele da Sigmaringen
Paolo Groppo - Copyright
follow us! @travelitalia

Castel San Pietro

Verona / Italia
Vota Castel San Pietro!
attualmente: 09.00/10 su 18 voti
Cenni storici
Il colle è situato in posizione strategica. Era abitato fin dai tempi di Verona romana e continuò ad essere abitato nel periodo delle invasioni barbariche, da Alboino e Rosmunda, da Pipino, da Berengario, re d’Italia. Sulle rovine della rocca fatta costruire da Berengario fra la fine del sec. IX e l’inizio del X, e presso l’antica chiesa romanica di San Pietro in Castello – che aveva dato il nome al colle – Giangaleazzo Visconti costruì Castel San Pietro nel 1398. L’edificio dominava Verona dall’alto e durò poco più di quattrocento anni: esso fu fatto saltare nel 1801 dai soldati francesi che – dopo il trattato di Luneville –, abbandonarono la sinistra d’Adige per ritirarsi nella destra. Infine, nel 1840, gli Austriaci demolirono i resti del castello visconteo, insieme con la chiesa.
Sull’area del castello, gli Austriaci cominciarono nel 1851 la costruzione della caserma-fortezza che ancora vediamo: i lavori furono ultimati nel 1856. Nota con rammarico il Simeoni che: “Negli scavi del castello furono rinvenuti molti oggetti preistorici e alcune scritture romane che andarono perdute. Così si perdette ogni possibilità di studiare le vestigia lasciate in questo colle dal popolo che fondò Verona, e di conoscere quali monumenti vi sorgevano nell’epoca romana”.
Proprietà del Comune di Verona dal 1932, l’edifico non è aperto al pubblico, perché rovinato dal tempo e dall’incuria degli uomini. Da molti anni se ne discute la destinazione finale. Il sito è molto frequentato: dalla spianata antistante, che sovrasta il Teatro Romano e Ponte Pietra, si gode una magnifica vista della città.

Architettura
L’edificio attuale è stato progettato dal colonnello Petrasch, del Genio austriaco. Il primo prospetto, predisposto dal capitano Bolza in stile neoclassico non fu accettato. La scelta cadde sullo stile neoromanico, probabilmente perché ritenuto più adeguato ad una costruzione militare che andava a sorgere sul posto già occupato da un castello medievale. Sembra che questo stile fosse gradito agli ingegneri militari di quel periodo, tant’è vero che esso ispirò anche altre costruzioni, quali – ad esempio – l’Arsenale intitolato a Francesco Giuseppe.
Fonte: Simeoni

Condividi "Castel San Pietro" su facebook o altri social media!

Commenti