Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
Luukas
follow us! @travelitalia

Chiesa del Redentore

Venezia / Italia
Vota Chiesa del Redentore!
attualmente: 08.42/10 su 19 voti
Nell'estate del 1575 scoppia a Venezia una terribile epidemia di peste. Nel settembre del 1576, quando il male sembra invincibile, il Senato chiede l'aiuto divino facendo voto di realizzare alla Giudecca una nuova chiesa intitolata al Redentore. Fra le diverse opzioni, si sceglie quella del Palladio e i lavori iniziano nel maggio del 1577. Il 20 luglio successivo si festeggia la fine della peste con una processione che raggiunge la chiesa attraverso un ponte di barche, iniziando una tradizione che dura ancora oggi. Un frontone classico domina la facciata e una scalinata larga quanto il diametro della cupola simboleggia, con i suoi 15 scalini, la salita al tempio di Gerusalemme. L'interno della chiesa a pianta longitudinale presenta una struttura ottimale per le processioni: una navata centrale con profonde cappelle laterali, coperta da un'alta volta a botte e illuminata da finestre termali; un ampio presbiterio unito alla navata da un grande arco trionfale e infine un semplice coro rettangolare, schermato da un'esedra di imponenti colonne che testimoniano la centralità del presbiterio.
Alle storie della vita di Gesù sono dedicate le pale delle cappelle: opere di Francesco da Ponte, Palma il Giovane, di Domenico Tintoretto. L'opera forse di maggior suggestione è la tavola con Madonna con Bambino e due angeli musicanti di Alvise Vivarini, incastonata come un gioiello in una preziosa cornice di legno.
Condividi "Chiesa del Redentore" su facebook o altri social media!