Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Palazzo Corboli

Urbino / Italia
Vota Palazzo Corboli!
attualmente: 07.33/10 su 3 voti
I Corboli furono una ricca famiglia di Urbino, particolarmente in vista a partire dall’epoca di Guidobaldo I. Il palazzo nobiliare dei Corboli s’erge in Via Vittorio Veneto ed ha caratteristiche inconfondibili, che rimandano all’architettura del Cinquecento.
Il prospetto tripartito è in cotto e si caratterizza per il rilievo del corpo centrale, i cornicioni modanati e la porta-finestra con balaustra, che sovrasta il portale d'ingresso. La facciata è divisa da eleganti lesene, decorate con triglifi, e presenta varie finestre inquadrate in cornici. All’interno si poteva ammirare uno stupendo soffitto in stucco, opera cinquecentesca del Brandani, trasferito nel 1918-1919 nell’Appartamento della Duchessa di Palazzo Ducale. A proposito del Brandani, sembra ch’egli avesse decorato a stucco anche l’esterno delle finestre, ma di questi lavori non è rimasto nulla. Tra il Sette e l’Ottocento, le stanze del piano nobile furono egregiamente affrescate da A. Romiti e F. Antonio Rondelli, entrambi di Urbino.
In particolare, è del Rondelli la decorazione pittorica - ancora ben conservata - del soffitto del salone. Sopra una finta balconata, appare una cupola con lo sfondo del cielo; tra le nuvole, si stagliano due figure mitologiche, forse Giove e Giunone. La sala vicina conserva un ciclo pittorico sulla vita di San Crescentino. Forse in questo palazzo ha operato anche il pittore de Marchis, che avrebbe realizzato vedute paesaggistiche, ma l’ipotesi non è confermata: in ogni caso, non c’è traccia di opere demarchisiane.
Condividi "Palazzo Corboli" su facebook o altri social media!