Login / Registrazione
Sabato 3 Dicembre 2016, San Francesco Saverio
follow us! @travelitalia

Teatro Verdi

Trieste / Italia
Vota Teatro Verdi!
attualmente: 10.00/10 su 2 voti
Fu inaugurato il 21 aprile 1801. Sorto come "Teatro Nuovo", l'edificio fu chiamato "Teatro Grande" nel 1820, divenne proprietà comunale nel 1861 e fu infine intitolato "Giuseppe Verdi" nel 1901, primo tra i teatri italiani ad essere intitolato al grande compositore in una terra appartenente all'impero austriaco.
La facciata principale, opera di Matteo Pertsch, si presenta come l'elemento più notevole e di maggior armonia compositiva. L'ordine ionico gigante delle colonne e delle paraste scandisce una slanciata geometria ove l'elemento decorativo, elegantemente sobrio, si distribuisce con una continua e viva ritmicità. Il portico, robusto ed arioso con arcate a tutto sesto, conferisce equilibrio ed importanza. La facciata verso il mare, realizzata nel 1884 da Eugenio Geiringer, riprende lo schema e gli elementi compositivi di quella principale.
Le sculture che adornano la facciata del Teatro sono di attribuzione incerta: gli autori più probabili sono Antonio Bosa e Bartolomeo Ferrari. Il soggetto scelto per il gruppo scultoreo posto a coronamento dell'edificio si riferisce direttamente all'arte della musica: Apollo al centro, tra le figure allegoriche dell'Arte Lirica e dell'Arte Tragica, assise ai suoi piedi, attorniate da maschere teatrali e strumenti musicali.
Al piano nobile dell'edificio si trova l'antica Sala da Ballo (o Ridotto), costruita su progetto di G. Selva. E’ una bella sala rettangolare con colonne ioniche a sostegno di una galleria. Rinnovata più volte nella decorazione, venne notevolmente rimpicciolita nel 1882-1884 dal Geiringer.
Gli ambienti interni furono più volte restaurati. Nel 1820 il pittore milanese Alessandro Sanquirico decorò la sala della platea, nel 1835 il medesimo intervento fu affidato a Tranquillo Orsi e Giuseppe Gatteri e nel 1846 si sostituì alle ornamentazioni pittoriche il legno intagliato e dorato. Le decorazioni interne tuttora visibili furono invece eseguite da decoratori austriaci nel 1882-1884.
Condividi "Teatro Verdi" su facebook o altri social media!