Login / Registrazione
Sabato 10 Dicembre 2016, Madonna di Loreto
follow us! @travelitalia

Museo Nazionale dell'Antartide

Trieste / Italia
Vota Museo Nazionale dell'Antartide!
attualmente: 06.33/10 su 6 voti
Una visita al Museo - titolato “Il Fascino dell'Antartide” - è un viaggio tra scienza, fascino e avventura. Il museo dell’Antartide di Trieste è nato con il preciso scopo di far conoscere la storia dell’esplorazione e l'ambiente del continente polare: obbiettivo primario del Museo è quindi la didattica, rivolta a un pubblico di non addetti ai lavori, di studenti e turisti.
Collocato all’interno del parco di San Giovanni, con sede in Via Weiss - il museo propone reperti, video e suggestive ricostruzioni ambientali relative all’avventura dei temerari esploratori che nei primi anni del Novecento sfidarono freddo, vento e ghiaccio per raggiungere il Polo Sud. Esso si suddivide in tre settori principali:

  • Il primo è dedicato alla storiografia dell'Antartide: una raccolta di preziose carte storiche provenienti da tutto il mondo ripercorre le tappe più significative della scoperta del continente, dalle ipotesi sulla sua posizione geografica fino alla sua esplorazione.
  • Il secondo settore ripercorre invece la storia dell'esplorazione dell'Antartide, con particolare riferimento ai tre protagonisti della conquista del continente di ghiaccio nei primi anni del Novecento: Scott, Shackleton e Amundsen. Per la spedizione di Shackleton del 1914, il Museo mostra la ricostruzione della poppa della nave polare Endurance, che rimase intrappolata tra i ghiacci del Mare di Weddel.
  • L'ultimo settore si occupa delle spedizioni italiane, a partire dagli inizi del Novecento fino alle ultime spedizioni organizzate nell'ambito del Progetto Nazionale delle Ricerche in Antartide. L’attività italiana nel continente di ghiaccio è testimoniata da motoslitte, bussole ed altri reperti.
    Dagli oblò di una nave rompighiaccio è possibile osservare la strumentazione scientifica utilizzata per ricerche geofisico-marine: dalle bottiglie Niskin, strumenti per il prelievo di campioni d’acqua la cui chiusura avviene mediante un sistema manuale, ai cavi sismici, detti streamer, che registrano, attraverso una serie d’idrofoni, le riflessioni acustiche provenienti dagli strati profondi.
Condividi "Museo Nazionale dell'Antartide" su facebook o altri social media!