Login / Registrazione
Mercoledì 28 Settembre 2016, San Venceslao
follow us! @travelitalia

Fontana dei Quattro Continenti

Trieste / Italia
Vota Fontana dei Quattro Continenti!
attualmente: 08.29/10 su 14 voti
La Fontana dei Quattro Continenti sorge in Piazza dell'Unità d'Italia. Fu creata, tra il 1751 e il 1754, con l’intenzione di presentare al mondo una Trieste favorita dalla Fortuna: la città aveva, infatti, ricevuto la qualifica di Portofranco e godeva della politica liberale di Carlo VI e di Maria Teresa d’Austria.
Il mondo è rappresentato con quattro statue che indicano i quattro Continenti allora conosciuti: Europa, Asia, Africa e America. Figure allegoriche di Fiumi riversano dai loro orci l'acqua nelle conchiglie sottostanti; al di sotto l'acqua zampilla dalle bocche di quattro delfini, ricadendo nelle ampie vasche mistilinee. Sulla sommità, la Fama ad ali spiegate sovrasta la giovane figura di Trieste, adagiata sulle rocce del Carso, e attorniata da fardelli, botti, balle di cotone e cordami, nell'atto di rivolgersi ad un mercante in abiti orientali.
Nell'ideare quest'opera si dovette risolvere il problema dell'inserimento della fontana in una piazza di piccole dimensioni ad andamento rettangolare fortemente allungato e circondata da realtà architettoniche stilisticamente diverse: al linguaggio magniloquente e opulento caratteristico del barocco italiano e francese, fu preferito il barocco inglese.
Su quest’opera si accesero animate discussioni, sia per il suo aspetto artistico, ritenuto "rozzo ammasso indecoroso di pietre", sia per lo stato di abbandono in cui fu più volte lasciata. Grazie all'appassionata difesa dei maggiori artisti triestini, nel 1925 si evitò la demolizione della fontana già decretata all'unanimità dal Consiglio Comunale, e nel 1926 si provvide ad un nuovo restauro, affidato allo scultore Marcello Mascherini. Infine, per allestire il palco del Duce, nell'agosto del 1938 si iniziò a smontare il manufatto. I pezzi furono conservati nell'Orto Lapidario. Nel 1970 - per l’interessamento del pittore Cesare Sofianopulo - la fontana tornò a zampillare sulla piazza, sia pure in posizione diversa da quella originale.
Condividi "Fontana dei Quattro Continenti" su facebook o altri social media!