Login / Registrazione
Sabato 3 Dicembre 2016, San Francesco Saverio
follow us! @travelitalia

Cattedrale di San Giusto

Trieste / Italia
Vota Cattedrale di San Giusto!
attualmente: 08.67/10 su 24 voti
La storia della Cattedrale di San Giusto è abbastanza complessa. Le forme trecentesche, attualmente visibili, sono il risultato di un lungo processo di sviluppo. Verso la metà del V secolo, fu qui eretta una Basilica Paleocristiana su precedenti strutture d’epoca romana. Accanto alla basilica fu eretto, probabilmente nel IX secolo, il sacello martiriale di San Giusto. Quindi, nell'XI secolo fu innalzata la chiesa romanica dedicata a Santa Maria Assunta, sfruttando le preesistenze perimetrali del fianco settentrionale della Basilica Paleocristiana.
Nel XIV secolo, quando ormai il sacello altomedievale di San Giusto si era allungato parallelamente alla chiesa di Santa Maria Assunta, avvenne la fusione dei due edifici, la quale comportò l'abbattimento di una navata per ciascuna chiesa, portando a cinque le navate della nuova cattedrale.
Questa si presenta ora con la facciata a capanna caratterizzata da un ampio rosone a doppia ruota, una statua del Santo, stemmi e un portale derivante dal taglio di una stele funeraria romana. Il campanile è a pianta quadrata; alla base vi sono i resti di un propileo romano e, sopra la porta ogivale, la statua di San Giusto.
All’interno, interessanti sono le tracce di pavimentazioni musive del V secolo davanti al presbiterio, mentre l’abside è decorata con mosaici moderni. Mosaici del XII e XIII secolo, opera di maestri veneti, ornano le due vecchie chiese. Gli affreschi con la vita del Santo sono del XIII secolo. Alcune pregevoli opere impreziosiscono l’interno della chiesa: l’altare barocco, due affreschi settecenteschi del Quaglio, la Pietà di manifattura salisburghese del Quattrocento, un rilievo del Duecento della Madonna con Bambino, il fonte battesimale con custodia in legno policromo, solo per citare le maggiori. Il Battistero conserva la vasca originale ad immersione ed un crocefisso ligneo romanico.
In fondo alla navata di sinistra, la cappella del Tesoro della Cattedrale conserva una notevole raccolta d’arredi liturgici, uno stendardo di seta con l’effigie di San Giusto, un crocefisso in argento sbalzato e il crocefisso di Alda Giuliani.
All’esterno è suggestivo il complesso medievale che fa corona al sagrato: il quadro è formato dalla Cattedrale e dal campanile, dalla trecentesca chiesetta di San Giovanni che sta sulla sinistra, e alla chiesa di San Michele al Carnale che si trova a destra.
Condividi "Cattedrale di San Giusto" su facebook o altri social media!