Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Torri di Treviso

Treviso / Italia
Vota Torri di Treviso!
attualmente: 06.00/10 su 2 voti
Le prime notizie sulla presenza delle torri a Treviso risalgono al 1100. La maggior parte di esse fu eretta a scopo difensivo e strategico, ma in genere le torri erano adibite ad abitazioni; una, di proprietà della famiglia da Romano, era usata come carcere.
Una delle torri più importanti a Treviso era collocata presso Porta Sant’Agostino, ma numerose erano anche quelle nei pressi delle Mura. Col passare dei secoli, il loro numero si ridusse: in parte perché erano cambiate le strategie belliche; in parte furono abbandonate; alcune crollarono – specie nel 1117, nel 1222 e nel 1551 – a causa dei terremoti. Le torri rimaste sono le seguenti:

TORRE CIVICA
Ben visibile da Piazza dei Signori, la Torre Civica cambiò più volte aspetto nella storia così come mutò l’aspetto dell’attiguo Palazzo della Prefettura. La Torre Civica, assieme a quest'ultimo edificio e a Palazzo dei Trecento, è da sempre uno dei simboli della città di Treviso.

TORRE DEGLI OLIVA
Sorge in Via Paris Bordon ed è una costruzione in mattoni, a pianta quadrata, la cui realizzazione risale al 1200. La parte inferiore è stata completamente rifatta; la superiore, pur avendo subito alcune modifiche, lascia intravedere ancora la struttura originaria. La maggior parte delle finestre presenta un arco superiore cieco leggermente incavato, oppure a filo muro.

TORRE DEI CANONICI
Sorge anch’essa in Via Paris Bordon e prospetta su Piazza Pola. La torre è una struttura in laterizio che risale al 1200. Nel tempo, la Torre dei Canonici subì vari rimaneggiamenti. Uno dei più significativi fu quello curato dal Canonico P. Loredan agli inizi del Cinquecento, durante il quale fu ristrutturata pesantemente la parte sinistra; altri restauri si ebbero nell’Ottocento. La facciata prospiciente Piazza Pola presenta due ingressi a tutto sesto. Sopra il maggiore si trovavano due stemmi in pietra: quello capitolare e quello – ora perduto – della famiglia Loredan.

TORRE DEL VISDOMINO
Si trova in Via Cornarotta ed era anticamente denominata "Torre Cornarotta" perché di proprietà dell’omonima famiglia. Nel 1500 fu acquistata dai Burchielati da cui prese il nome. Nella seconda a metà del Cinquecento fu abitata da Bartolomeo Burchielati, professore di medicina all’Università di Padova e dal 1909 al 1915 fu utilizzata dallo scultore Arturo Martini come studio.
Condividi "Torri di Treviso" su facebook o altri social media!