Login / Registrazione
Domenica 23 Novembre 2014, San Clemente I
Gary Houston
Morningfrost
follow us! @travelitalia

Guida Treviso

Download Guida treviso PDF
Guida treviso PDF
6632 download
Quali sono i posti da visitare a Treviso? Qui puoi trovare una guida di Treviso e molte informazioni utili: ristoranti, hotel, attrazioni, interessanti monumenti da visitare a Treviso.
«Una gentilissima struttura medievale in giuoco bizzarro con le chiare acque dei fiumi che l'attraversano e né le distruzioni di guerre né il cattivo gusto degli uomini riescono ancora a tramutare».

Così il trevigiano Giovanni Comisso, scrittore del Novecento, definisce la sua città. E la definizione è verace, ma la realtà, più complessa, è che Treviso – capoluogo di provincia, con poco più di 80.000 abitanti – ha compiuto un miracolo: quello di amalgamare un ambiente a misura d’uomo, scenari naturali e preziosi contesti storici ed architettonici con una forte crescita industriale e del terziario. Treviso vive e trasmette il fascino della provincia veneta; trasmette vitalità ed ottimismo, cordialità ed amicizia, amore per le cose genuine, per i valori veri, per la tradizione, per l’ospitalità e per la laboriosità: tutto ciò lascia un segno profondo nel visitatore.

AMBIENTE
Il verde è la maggiore caratteristica di Treviso: il verde dei giardini e delle acque che scorrono lungo le mura cinquecentesche, entrano nella città e formano una fitta rete di canali e di pittoresche isole, prima di unirsi alle verdi acque del Sile. La città è percorsa da una miriade di corsi d'acqua che nascono da bolle di risorgive e si gettano nel Sile, il suo fiume, e che appaiono e scompaiono dentro il tessuto urbano, del quale costituiscono l'inconfondibile elemento paesaggistico.
Treviso è circondata dalle Mura cinquecentesche, progettate dal veronese Fra' Giocondo e realizzate da Bartolomeo d'Alviano. Lungo il perimetro esterno delle Mura corre una cintura di verde e di canali, che dovevano servire alla difesa idraulica della città: in caso di attacco, il territorio circostante veniva allagato. Lungo la cinta muraria, tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, è stato creato il cosiddetto “passeggio cittadino”, che si snoda dalla stazione ferroviaria alla Porta di San Tomaso. Oltre a costituire un’oasi di pace e di verde, il passeggio offre interessanti scorci e vedute della città.

ARCHITETTURA ED ARTE
Treviso vanta un numero notevolissimo di antichi edifici dalle facciate affrescate, che formano un continuum decorativo inimitabile, un ciclo di affreschi a cielo aperto. Affascinante nel suo complesso, più che nei singoli monumenti, la città presenta, comunque, una molteplicità di luoghi urbani irripetibili. Naturalmente, sono le architetture del centro storico ad emanare un fascino particolare: l’impianto è romano, lo sviluppo è medievale, il colpo d’occhio è veneziano. Camminando per il centro, si notano edifici che riflettono nell’acqua le facciate dipinte; li circondano piante e salici che lasciano cadere le fronde sulle rive accoglienti. Numerosi sono pure i portici che costeggiano i canali. In quest’atmosfera di magica armonia, quasi veneziana, la quiete – specie di notte – è interrotta solo dal gorgogliare dell’acqua, e dal movimento di vecchie ruote di molino.
Ma, ciò che più conta, la ristretta area del centro storico custodisce un patrimonio monumentale, storico ed artistico di grande valore. Nella Piazza dei Signori, una successione di antichi palazzi comunali crea un solenne ed armonico insieme di vago sapore medievale. Sulla piazza e nelle immediate vicinanze, spiccano il Palazzo del Podestà o del Governo con la Torre Civica, il Palazzo dei Trecento, la Loggia dei Cavalieri, la chiesa di San Nicolò (domenicana). Presso i palazzi comunali, s’alza quello del Monte di Pietà, con la stupenda Cappella dei Rettori, e le chiese unite di Santa Lucia e San Vito, ricche di affreschi, di tele e di sculture.
Treviso è città d’arte, celebre per i suoi affreschi. Non solo quelli delle facciate delle sue dimore medievali – ricchi di motivi geometrici, finte tappezzerie, scene mitologiche –, ma anche quelli conservati in edifici sacri e civili. Fra i tanti, ricordiamo gli affreschi del Pordenone in Duomo e quelli di Tomaso da Modena e del Lotto nella quattrocentesca chiesa di San Nicolò.

LA POPOLAZIONE
Treviso è una città dinamica, giovane, che offre una molteplicità di attrattive, occasioni di shopping, di divertimento e di cultura. In particolare incanta il passeggio sotto i portici o fra le strette vie che si snodano nella parte più antica della città, o lungo le sue arterie più frequentate. Girovagando, si sente la musica del dialetto trevisano, simile a quello di Venezia. Come altri dialetti veneti, anche quello trevisano è ricco di parole espressive, che evocano suoni e rumori. “Ciacolàr”, ad esempio, rende bene l’idea del parlare, ma fra amici o comari. Numerose sono a Treviso le trattorie, le osterie, le enoteche, i ristoranti, tutti luoghi che invitano alla sosta e alla convivialità, in sintonia col carattere aperto, allegro e spontaneo dei trevigiani.

LA CUCINA
La cucina della Marca, è sempre superba, per l’importanza attribuita alla freschezza e alla genuinità dei prodotti, in gran parte locali: erbette di montagna, funghi del Montello, ma soprattutto il famoso radicchio rosso, preparato in vari modi. Grazie all’abbondanza di corsi d'acqua, anche il pesce d'acqua dolce - anguilla, trota, luccio, carpa – si è inserito fra le specialità gastronomica della provincia. Tra i “primi” sono diffuse zuppe e minestre, tra cui la “sòpa coàda” o zuppa di piccioni, il minestrone di pasta e fagioli, i “bigoli” con l'anatra e la minestra di riso e patate. Tra i “secondi”, la salsiccia trevigiana, o “luganega”, cotta intera nel riso in brodo o sulla graticola. Ogni piatto viene servito con il vino più adeguato; e fra i vini spiccano il Prosecco di Valdobbiadene, il Merlot, il Cabernet, il Tocai e i Pinot Bianco e Grigio. Infine, Treviso è la terra d’origine di un dolce famoso: il “tiramisù”.

 
Week End a Treviso
Visitando Treviso anche solo per un week end si può notare il verde dei giardini e delle acque che scorrono lungo le mura cinquecentesche, entrano n...
Maggiori informazioni
 
Hai un solo giorno e non sai i principali luoghi da visitare a Treviso? Leggi la Guida ridotta
Ti è piaciuta questa guida? Condividila su facebook™, twitter™ o altri social network!