Login / Registrazione
Sabato 3 Dicembre 2016, San Francesco Saverio
follow us! @travelitalia

Teatro Sociale

Trento / Italia
Vota Teatro Sociale!
attualmente: 10.00/10 su 1 voti
Sorge in via Oss Mazzurana ed è un teatro all’italiana, con tre ordine di palchi ed il loggione. Fu fondato nel 1819 da Felice Mazzurana ed è il teatro di tradizione e storico della città. Il fascino di questo luogo non deriva soltanto dalla sua bellezza di "vero" teatro, con i palchi, il loggione e la platea, ma in gran parte dalle suggestioni che riesce ad evocare per la sua storia. Questa comincia il 29 maggio 1819, con la rappresentazione della Cenerentola di Gioacchino Rossini. Il teatro si chiamava Teatro Mazzurana, dal nome di Felice Mazzurana, pasticciere e imprenditore, promotore della costruzione e primo proprietario.
Con una capacità ricettiva di 1200 spettatori, il Teatro fu realizzato su disegno dell'ingegner Giuseppe Maria Ducati entro il palazzo del conte Tommaso Festi. Nel 1835 il Mazzurana cedette la proprietà: il Teatro cambiò nome in Teatro Sociale e fu gestito dalla Società del Teatro. Sin dai primi tempi, il Teatro Sociale sviluppò un'intensa attività culturale, con un cartellone che spaziava dalla lirica alla prosa, dalla danza alla musica classica. L’ampia sala fu utilizzata per comizi politici, veglioni, spettacoli di magia. Nel 1893 ci fu la seconda rappresentazione assoluta di Manon Lescaut, presente in sala Giacomo Puccini; nel 1895 e 1896 salì sul podio Arturo Toscanini; nel 1898 vi cantò Enrico Caruso.
La Società del Teatro ebbe varie difficoltà e dopo 102 anni si sciolse. Il Teatro fu venduto a privati e la programmazione fu in seguito imperniata sul cinema, ma ospitò ancora spettacoli di prosa e lirica, fino agli anni '60 del Novecento. Nel 1983 i proprietari chiusero definitivamente la sala. L’anno successivo l'immobile fu acquistato dalla Provincia Autonoma di Trento. Nel 1989 iniziarono importanti lavori di ristrutturazione, su progetto di Sergio Giovanazzi. Finalmente, il 22 giugno 2000, Trento riebbe il suo teatro.
Condividi "Teatro Sociale" su facebook o altri social media!