Login / Registrazione
Domenica 11 Dicembre 2016, San Damaso I
follow us! @travelitalia

Porta Palatina

Torino / Italia
Vota Porta Palatina!
attualmente: 08.15/10 su 13 voti
La porta di accesso al "castrum" romano risale al I secolo d.C. ed è uno degli esempi meglio conservati di porta romana. Usata anche dopo la caduta dell'impero romano, la Porta conservò nel tempo la funzione di palazzo-fortezza. Tradizione vuole che nel 773 vi abbia soggiornato Carlo Magno, dopo la vittoria sui Longobardi alle Chiuse: pare che vi abbiano dimorato anche Carlo il Calvo ed altri imperatori e re. Nel corso del Medioevo l'edificio cambiò diverse volte nome: nel secolo XI viene chiamato Porta Turrianica e nel seguente Porta Doranica, poi Porta Vercellina e Porta Palatii. Nel 1724 divenne un carcere, e le torri presero il nome di Torri del Viceriato. Nel 1860 il palazzo delle torri fu ceduto al municipio, il quale lo restaurò abbattendo anche le rovine vicine. La Porta cambiò ancora il nome, divenendo via via Porta Romana, poi Comitale, Doranea e finalmente Palatina.
Si tratta di una robusta costruzione in laterizio, dalla facciata scandita da due ordini di finestre, alternate da trabeazioni e lesene, fiancheggiata da due torri poligonali a sedici lati alte trenta metri. Nella facciata si aprono quattro fornici, due maggiori per il transito dei carri e due minori per il passaggio dei pedoni. Tutto l'interturrio è segnato orizzontalmente da una fascia marmorea inserita per motivi estetici, o forse per porvi un'iscrizione. Dietro la facciata si appoggiava un edificio a pianta quadrata (la statio), del quale si vedono solo le fondamenta, che ospitava il corpo di guardia. A fianco della Porta si erge un poderoso tratto di mura romane con sopraelevazione medievale. Davanti alla porta si trovano oggi copie delle statue di Cesare e Augusto.
Gli ultimi restauri dell’edificio, ordinati sin dal 1860, durarono fino al 1934. Durante i lavori furono tra l'altro abbattuti, perché ritenuti "anacronistici", i merli ghibellini a coda di rondine (eretti nel XV secolo sulle torri romane) e fu asportato il tondo in stucco con la scritta "IHS" (posto nell'interturrio fin dal 1511). Il tondo è ora conservato al Museo Civico di Arte Antica.
Condividi "Porta Palatina" su facebook o altri social media!