Login / Registrazione
Mercoledì 28 Settembre 2016, San Venceslao
follow us! @travelitalia

Monte dei Cappuccini

Torino / Italia
Vota Monte dei Cappuccini!
attualmente: 08.75/10 su 8 voti
Salire al Monte dei Cappuccini significa “entrare in un calmo dialogo con il colle e ammirare dal piccolo piazzale, vero balcone su Torino, parte dei suoi dintorni, l'imbocco delle sue vallate e soprattutto il festante coro delle grandi Alpi, qualche centinaio di chilometri di arco alpino che svela la sua bellezza nelle mattine rese terse dal vento, quando il disco solare si alza dallo scenario collinare di Superga”.
Questa piccola altura torinese ha una storia antica e interessante. Nel corso degli scavi, sono state qui ritrovate conchiglie fossili e altri reperti. Ciò fa pensare che milioni d’anni fa la zona fosse un fondale marino; certamente, fu base di attività preromaniche e di culti pagani. Nel secolo XI qui fu costruito un piccolo complesso fortificato (detto Bastia) con torri e vedette per la difesa del sottostante ponte di legno sul Po, cui pare corrispondesse, al di là del fiume, una Rocca.
Sul monte si trovano: la Chiesa di Santa Maria del Monte, il Museo Nazionale della Montagna ed un convento. (Per la chiesa ed il museo si rimanda alle apposite schede). Il Convento è legato al ricordo dei frati della peste, che scrissero pagine di eroismo nelle ricorrenti epidemie, celebre quella del 1630 in una Torino decimata dal contagio; è anche ricordato per l'assedio del 1640, quando vi furono trucidate dalle truppe francesi oltre 400 persone ivi rifugiatesi in gran parte inermi, nonché per il prodigio eucaristico illustrato da una tela di ingenua fattura.
Durante gli scavi del 1989, nel giardino del convento fu rinvenuto lo scheletro di un illustre personaggio: il Conte Filippo d’Aglié, morto nel 1667. Questi ebbe in vita altissimi incarichi civili e militari, ma è passato alla storia per una dolce vicenda d’amore che lo legò alla vedova del Duca Vittorio Amedeo I, la Duchessa Cristina di Francia, e per essersi opposto al Cardinale Richelieu, che lo tenne prigioniero per due anni nel castello di Vincennes.
Condividi "Monte dei Cappuccini" su facebook o altri social media!