Login / Registrazione
Sabato 1 Ottobre 2016, Santa Teresa di Lisieux di Gesù Bambino
follow us! @travelitalia

Teatro Comunale Giuseppe Verdi

Terni / Italia
Vota Teatro Comunale Giuseppe Verdi!
attualmente: 07.50/10 su 4 voti
Il Teatro venne inaugurato nel 1849, col melodramma “Saffo” musicato dal Pacini. Nel 1908 l’edificio subì delle ristrutturazioni e un ampliamento del palcoscenico; il nome venne cambiato da "Nuovo Teatro" a "Teatro Verdi". L’edificio sorge sull'area del Forno Pubblico, che a sua volta era una trasformazione del Palazzo dei Priori, trasferito a Palazzo Carrara. La prima pietra fu posta nel 1840, presente l'autore del progetto, l’Architetto Pontificio dei Sacri Palazzi Apostolici, Luigi Poletti, modenese. Nel 1892-93 la struttura ebbe un primo miglioramento sotto l'amministrazione del Sindaco Conte Massarucci. Nel 1908 venne ancora ampliato il palcoscenico. Restaurato nel 1930, il Teatro fu distrutto nel 1943 dalle bombe degli alleati, che ridussero tutta la città in un cumulo di rovine. In fase di ricostruzione non si tenne conto del progetto originario, così fu preservata solo la facciata a colonne di gusto neoclassico, e il Teatro fu trasformato in un cinema-teatro, ruolo assolto sempre da protagonista, fino al triste epilogo dell'incuria attuale. L'interno è stato completamente ricostruito nel 1949 da Fernando Lucioli, che ha ricevuto il Teatro in concessione dal Comune per 50 anni. Il Verdi ha una capienza di 1066 posti.
Oltre che da reputati artisti di Teatro, il palcoscenico del Verdi fu calcato da illustri oratori, scienziati, conferenzieri, poeti, uomini politici, fra i quali, un po’ alla rinfusa, si ricordano: l'eroico patriota Trentino Cesare Battisti, Enrico Ferri, Fradeletto, Raffaele Giovagnoli, Bovio, Cavallotti, Padre Semeria, Fortis, Barzilai, Federzoni, Micucci, Imbriani, Fausto Salvadori, Trilussa, Fausto Maria Martini, Giovanni Borelli ecc.
Condividi "Teatro Comunale Giuseppe Verdi" su facebook o altri social media!