Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Necropoli di Ponte Messato

Teramo / Italia
Vota Necropoli di Ponte Messato!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Tra i monumenti antichi di maggiore interesse storico a Teramo, il sito archeologico della Necropoli di Ponte Messato è stato scoperto nel 1961, presso la chiesetta rurale di Santa Maria della Cona. Gli scavi sono stati ripresi dal marzo 2000.
Le strutture riemerse appartengono a una vasta area sepolcrale interessata da deposizioni che coprono un arco cronologico dal IX secolo a.C. all’età imperiale. La necropoli italica, del IX-VI secolo a.C., è a inumazione mentre quella di epoca romana (dal II secolo a.C. ai primi decenni del II secolo d.C.) è a incinerazione. Nel II secolo d.C. si riafferma l'inumazione con tombe alla cappuccina.
Della necropoli italica sono stati individuati due nuclei di sepolture monumentali distinti per tipologia e localizzazione. Il nucleo originario, localizzato nei pressi del fosso Messato, ha restituito grandi monumenti funerari del tipo a circolo e fossa centrale con ricchi corredi. L'altro nucleo, localizzato all'estremità meridionale del sito, è costituito da cinque tombe di bambini da zero a dieci anni con tre monumenti a circolo, per i più grandi, e fosse terragne per i neonati.
Della necropoli romana sono state recuperate le strutture di mausolei allineati lungo la Via Cecilia, con basamento quadrangolare, nucleo in cementizio, rivestimento in blocchi di travertino e coronamento piano o a timpano, decorato con cornici. Le aree sepolcrali consistevano in spazi delimitati da un muretto di recinzione oppure da cippi all'interno dei quali erano interrate le olle cinerarie.
Il mausoleo più ricco e imponente della necropoli raggiungeva i tre metri di altezza ed era allineato sulla strada, dove due cippi gemelli indicavano i confini di proprietà del defunto Sextus Histimennius. All'interno della sepoltura furono recuperati frammenti a transenna e una statua in marmo bianco, datata al I secolo d.C., raffigurante il defunto in veste di togato, ora perduta. In un altro mausoleo furono recuperati più di cento frammenti in osso di letto funebre con raffigurazioni umane, animali e floreali.
Condividi "Necropoli di Ponte Messato" su facebook o altri social media!