Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Chiesa di Santa Maria del Carmine

Teramo / Italia
Vota Chiesa di Santa Maria del Carmine!
attualmente: 06.00/10 su 4 voti
Fra le chiese meno note e più belle di Teramo, Santa Maria del Carmine prospetta sulla piazza omonima. La Chiesa fu eretta a cavallo tra Duecento e Trecento e, all’inizio, era una piccola cappella dedicata al Crocifisso. Passò in varie mani, fino a quando nel 1477 vi si stabilirono le Benedettine, le quali ricostruirono chiesa e convento. Nel 1578 le monache cedettero la Chiesa ai Carmelitani, che non abitarono il convento e lasciarono la chiesa in abbandono. Essi vi entrarono solo verso il 1750 e cominciarono la ricostruzione del complesso nel 1761. I Carmelitani se ne andarono presto, essendo stato il convento soppresso nel 1809, ma i lavori di abbellimento della nuova chiesa continuarono fino al 1820. Il convento annesso, molto trasformato, divenne sede della Gendarmeria e dagli anni '60 ospita la Caserma dei Carabinieri. Dal 1810 la Chiesa fu presa in cura dall'Arciconfraternita del Sacramento che ancora oggi vi ha sede. Tra il 1987 e il 1988 sono stati restaurati il tetto e la facciata, con la riscoperta dell'antico affresco. Il terremoto del 6 aprile 2009 ha scosso molto la Chiesa, che ha visto cadere la parte superiore del campanile. Nonostante ciò, la chiesa è rimasta aperta.
La facciata (1761-1778), rappresenta uno dei massimo esempi di barocco classicista in architettura. Il campanile fu eretto nel 1798-1799 su modelli tipici dell'arte teramana. Notevole è il seicentesco affresco esterno, con la Madonna del Carmine e santi carmelitani, scoperto durante i restauri degli anni '80.
L'interno, a una navata, è neoclassico, con alcuni accenti barocchi. Anche qui ricorre in parte l'impianto della tipica chiesa gesuitica. Il soffitto è tappezzato di stucchi dorati. La chiesa conserva quattro altari, dedicati a: Spirito Santo, Santi Carmelitani, Crocifisso e Addolorata. I primi due sono decorati da tele barocche, mentre su quello del Crocifisso c'è una croce lignea del '400 e su quello dell'Addolorata una statua vestita della Vergine datata 1821. Nel presbiterio ci sono inoltre degli stalli intagliati del Settecento. Nel primo altare di destra, spicca La Vergine, i santi Carmelitani e le anime del Purgatorio, tela di artista romano della metà del XVIII secolo. Sull’altare maggiore troneggia la statua della Madonna del Carmine, scultura assai pesante, in marmo, e realizzata alla fine del Seicento da artisti romani, della bottega del Bernini. 
Condividi "Chiesa di Santa Maria del Carmine" su facebook o altri social media!