Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Basilica di San Salvatore

Spoleto / Italia
Vota Basilica di San Salvatore!
attualmente: 08.67/10 su 9 voti
La Basilica sorge su di un colle e si trova all’interno del cimitero cittadino, fuori dalle mura medievali. E’ la più antica chiesa di Spoleto, e rappresenta un notevole monumento paleocristiano, costruito nel IV-V secolo. Secondo alcuni studiosi, questa basilica è il maggior monumento spoletino dell’antichità. Inizialmente dedicata a San Concordio, la chiesa fu restaurata in periodo longobardo (VIII secolo) e prese il nome di San Salvatore per l’immagine del Cristo, posta sopra l’altar maggiore. Deturpata nel Settecento, la basilica fu restaurata nei due secoli successivi.
L’aspetto attuale della basilica deriva dai restauri del XX secolo, che hanno eliminato varie alterazioni precedenti. Dell'edificio originario restano la facciata e il presbiterio con abside semicircolare. La facciata presenta tre portali d’ingresso, con altrettante finestre stupendamente decorate. Queste decorazioni hanno creato uno stile e furono imitate in molti altri edifici dello spoletino: ad esempio, nel Tempietto del Clitunno.
L’interno, a pianta basilicale, è a tre navate, divise da colonne corinzie con trabeazione dorica, forse appartenenti ad un preesistente tempio romano. Il presbiterio, inquadrato da un arco trionfale e delimitato da colonne corinzie, è sovrastato da una cupola ad otto spicchi che poggia su quattro alte colonne angolari. L’absidiola della navata destra è impreziosita da affreschi del Quattrocento, probabilmente di un allievo di Benozzo Gozzoli, da una croce monogrammata e gemmata del IX secolo e da una cinquecentesca Crocifissione di scuola dello Spagna.
Condividi "Basilica di San Salvatore" su facebook o altri social media!