Login / Registrazione
Sabato 1 Ottobre 2016, Santa Teresa di Lisieux di Gesù Bambino
follow us! @travelitalia

Santuario della Madonna della Sassella

Sondrio / Italia
Vota Santuario della Madonna della Sassella!
attualmente: 09.20/10 su 5 voti
Il suggestivo Santuario sorge in località Sassella, su uno sperone roccioso del versante retico alle porte di Sondrio. Tradizione vuole che sia stato fondato nel 932, per rispondere a una precisa richiesta della Madonna. La chiesa attuale è però databile al Quattrocento: fu ampliata tra il 1682 e il 1685 con la costruzione del portico, della sagrestia e del campanile; subì un’ulteriore modifica, quando fu edificata l’unica cappella laterale, dedicata alla madonna del Carmine. La pianta è ad aula, con portico avanzante, abside semicircolare, piccola sagrestia e un anomalo campanile a sezione pentagonale.
La facciata a capanna è caratterizzata da un portalino marmoreo quattrocentesco ornato con un motivo a torciglione e, nella lunetta, con un bassorilievo raffigurante la Natività. In ogni caso, l’esterno è assai sobrio, se si eccettua il grande affresco di San Cristoforo.
L’interno, a navata unica, è coperto da volta a crociera ed è suddiviso in campate. La navata è illuminata da alcune finestrelle adiacenti il portale e da due monofore del lato destro, rivolto a sud. Al posto della probabile terza monofora vi è oggi l’unica, piccola cappella, accanto alla quale è stata recentemente rinvenuta un’antica apertura. Fra le opere d’arte conservate nel Santuario, spiccano una Madonna in trono e un’interessante Madonna Addolorata, all’interno della seconda lunetta di sinistra. Gli affreschi di maggior interesse sono quelli absidali, del comasco Andrea De Passeris, con scene della vita della Madonna, nella rappresentazione degli Evangelisti, di Sibille, di profeti e di un Cristo Pantocratore al centro del ciclo. Dello stesso autore sono le decorazioni dei sottarchi, con Santi e Profeti. Di un certo valore artistico è poi anche la vetrata absidale rinascimentale rappresentante l’Adorazione di Gesù Bambino. Infine, le decorazioni della cappella e la scena con Ester e Assuero nella lunetta della controfacciata si devono a Giovan Pietro Romegialli.
Condividi "Santuario della Madonna della Sassella" su facebook o altri social media!