Login / Registrazione
Mercoledì 7 Dicembre 2016, Sant'Ambrogio
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Rocco

Sondrio / Italia
Vota Chiesa di San Rocco!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
“Adì 17 agosto 1513 si rinnovò il morbo a Sondrio in casa di Lorenzo Bettuccio, ed morirono persone quattro ma per grazia d’Iddio non passò più oltre, ed fu più tosto per miracolo d’Iddio che per nostro provesione; pur non vi fu mandato per la Comunità di gran sollecitudine, et spesa et nota, che per il sopraddetto caso fu principiata la Chiesa di Santo Rocco, ed s’è fatto voto per il detto Comune di celebrar la festa di San Rocco in perpetuo”.
Così il cronista cinquecentesco Stefano del Merlo riferisce sull’origine della Chiesa di San Rocco, voluta dalla cittadinanza quale voto di ringraziamento per lo scampato pericolo della peste. La Chiesa sorge sul Piazzale omonimo e – nel corso delle successive epidemie – fu utilizzata come lazzaretto, essendo allora fuori le mura cittadine e in aperta campagna. La storia del luogo comprende anche il triste capitolo della caccia alle streghe: alcuni carteggi processuali Seicento attestano che nel piazzale antistante la chiesa venivano eretti i roghi per le vittime dell’Inquisizione. Alla metà del Settecento, la Chiesa divenne luogo di riunione dell’Accademia dei Taciturni, un consesso di nobili, canonici e cittadini appassionati di poesia.
All’esterno, il vecchio ossario lungo il lato meridionale e il piccolo campanile che sorgeva verso nord vennero abbattuti in tempi diversi a seguito della costruzione del collegio dei Salesiani e dei grandi lavori di sistemazione della chiesa, riaperta al culto il 20 ottobre del 1897. All’interno della Chiesa, la bella pala cinquecentesca di Cipriano Valorsa, collocata sull’altar maggiore, richiama il tema della peste: ai lati della Madonna e di Gesù Bambino sono raffigurati i santi protettori dalla peste San Rocco e San Sebastiano.
Condividi "Chiesa di San Rocco" su facebook o altri social media!