Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Teatro Greco

Siracusa / Italia
Vota Teatro Greco!
attualmente: 09.00/10 su 8 voti
Il Teatro Greco di Siracusa si trova nel Parco Archeologico della Neapolis, sulle pendici del monte Temenite, e rappresenta il più importante esempio di architettura teatrale dell’occidente greco. Quasi interamente scavato nella roccia, il Teatro era usato per le rappresentazioni, ma anche per le assemblee popolari. In epoca imperiale, la struttura fu adattata per accogliere i giochi circensi, poi cadde in abbandono per secoli. Nel Cinquecento, fu depredato dagli Spagnoli di Carlo V e le pietre servirono per erigere le fortificazioni di Ortigia.
Gli scavi, iniziati alla fine del Settecento e protrattisi per tutto il secolo successivo, sono stati completati solo alla metà del Novecento. Le origini del monumento sono incerte, ma è generalmente accettato che la forma attuale risalirebbe all’opera di ristrutturazione degli anni 238–215 a.C. sotto il regno di Ierone II.
Il teatro si compone di tre parti: càvea, orchestra e scena. La càvea è semicircolare, con un diametro di 138 metri. I sessantasette ordini di gradini sono divisi in nove cunei (settori) da otto scalette di servizio. La càvea è poi attraversata da un corridoio, il diàzoma, in cui erano incisi i nomi delle divinità o dei regnanti cui era dedicato il Cuneo. L’orchestra è lo spazio semicircolare ai piedi della càvea, dove danzavano i cori. La scena è la vasta spianata dove sorgeva l'edificio scenico, delimitata ai lati da due imponenti piloni.
La parte superiore del teatro era cinta da un ampio portico coperto. La parete rocciosa sovrastante è costellata d’incavi quadrangolari destinati ad accogliere i quadretti con immagini votive delle divinità o degli eroi. Al centro della roccia si apre un'ampia grotta dalla quale scaturisce acqua proveniente dall'acquedotto greco. In questa grotta-ninfeo è possibile riconoscere il Mouseion, ossia la sede della corporazione degli artisti.
Condividi "Teatro Greco" su facebook o altri social media!