Login / Registrazione
Domenica 4 Dicembre 2016, San Giovanni Damasceno
follow us! @travelitalia

Musei di Siracusa

Siracusa / Italia
Vota Musei di Siracusa!
attualmente: senza voti.
GALLERIA REGIONALE DI Palazzo Bellomo
c/o Palazzo Bellomo
Via Capodieci, 14-16
Museo d’arte medievale e moderna, la Galleria fu inaugurata nel 1948: l’attuale allestimento fu completato negli anni Settanta. Il nucleo iniziale della raccolta è costituito da opere d'arte provenienti da chiese e conventi soppressi, di Siracusa e di altre località della Sicilia orientale. In seguito la raccolta si è arricchita di reperti e opere provenienti da acquisti, donazioni, raccolte private e monumenti.
La sezione Scultura comprende opere dall’età bizantina al Rinascimento. Notevoli sono i due sarcofagi dei Governatori della Camera Reginale, Giovanni Cabastida e Giovanni Cardenas: quest’ultimo è opera di Antonello Gagini.
La Pinacoteca contiene due gioielli d’inestimabile valore: l’Annunciazione di Antonello da Messina (1474), e il Seppellimento di Santa Lucia del Caravaggio (1608) Comprende poi vari dipinti dei madonnari cretesi-veneziani e opere di artisti locali. La Galleria espone inoltre pregevoli collezioni di oreficerie, argenterie, avori, ceramiche, terrecotte, arredi sacri, maioliche e lavori in corallo, nonché un prezioso libro delle ore miniato, di scuola fiamminga, realizzato agli inizi del Cinquecento.

MUSEO ARCHEOLOGICO REGIONALE “PAOLO ORSI” c/o Parco di Villa Landolina
Viale Teocrito, 66
E’ il museo archeologico più importante della Sicilia. Inaugurato nel 1988, si sviluppa su tre piani, per complessivi dodicimila metri quadri. Il Museo illustra la preistoria e la storia di quasi tutti i maggiori siti archeologici della Sicilia centrale e orientale. Vi sono conservate la più importante documentazione della preistoria, della protostoria della Sicilia e celebri opere di arte greca e romana, ceramiche, marmi, decorazioni architettoniche. I più antichi reperti vanno dal paleolitico all'età del bronzo; notevoli gli oggetti che testimoniano le influenze egee, anatoliche e micenee. Preziosi i corredi delle necropoli greco-sicule, il materiale ceramico, i rilievi fittili, le statue arcaiche. Gemma del Museo è la "Venere anadiomene", detta Venere Landolina, statua di fattura romano-ellenistica. Il materiale proviene da scavi delle colonie greche dell'area, da Megara Hyblaea, a Eloro, Akrai, Kaismenai, Kamarina. Bella una stipe votiva proveniente da un recente scavo di Francavilla.
Il percorso museale è curato in modo da consentire un inquadramento topografico e cronologico dei reperti. L'esposizione è articolata in tre settori, che gravitano attorno ad un vasto ambiente circolare, dove è illustrata la storia del museo e sono presentati gli insiemi dei reperti dei singoli settori espositivi.

MUSEO DEL CINEMA
c/o Palazzo Carpaci
Via Alagona, 41-45 Inaugurato nel 1995, il Museo si estende su duemila metri quadri e rappresenta – in dodici sale – una magnifica sintesi storica e artistica della “settima arte”, ossia del cinema. Contiene venticinquemila film, una biblioteca con centomila libri specializzati sul cinema, nonché una miriade di riviste cinematografiche a partire dal primo Novecento, manifesti e locandine. Notevolissima è la raccolta di circa 20.000 cimeli (proiettori, apparecchiature cine-fotografiche e di registrazione). Il Museo consente di ripercorrere la storia del cinema, dai fratelli Lumière ai nostri giorni. La sala proiezioni propone, inoltre, pellicole rarissime.

MUSEO DEL PAPIRO
Viale Teocrito, 66
Fondato nel 1989, il Museo presenta un’interessante storia del papiro e delle sue utilizzazioni, e consente di penetrare taluni aspetti dell’arte antica e della Storia di Siracusa. Il materiale esposto è formato da documenti papiracei antichi (dal XV secolo a.C. al Settecento); papiri prodotti a Siracusa dall'Ottocento; manufatti in papiro (ventagli, corde, stuoie, barche ecc.); strumenti e materiali per la scrittura utilizzati dagli scribi, soprattutto egiziani. Interessante è anche l’erbario, che comprende ombrelle di Cyperus papyrus raccolte in Africa, in Israele e in Sicilia.
Il museo cura inoltre il recupero, la conservazione e la divulgazione della cultura del papiro, e promuove studi sulla pianta, sulla produzione della carta nelle diverse epoche e sulle tecniche di conservazione e restauro dei papiri.
Condividi "Musei di Siracusa" su facebook o altri social media!