Login / Registrazione
Venerdì 9 Dicembre 2016, San Siro
follow us! @travelitalia

Ara di Ierone II

Siracusa / Italia
Vota Ara di Ierone II!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
Probabilmente dedicata a Zeus Eleutherios (Liberatore), la gigantesca ara votiva è fra i monumenti più rappresentativi dello splendore e della ricchezza di Siracusa nel III secolo a. C. L’ara fu fatta erigere - per i sacrifici pubblici - da Ierone II, protettore di Archimede e forse il più grande reggitore della Siracusa antica. Narra Diodoro Siculo, che nel corso delle annuali feste delle Eleutèrie, qui si potevano sacrificare 450 buoi.
Della struttura originaria, rimane solo la parte del basamento, interamente scavata nella roccia: è lunga m. 198 e larga m. 22,80. L’elevato è stato distrutto nel Cinquecento, dagli Spagnoli, che utilizzarono i blocchi di pietra già squadrati per edificare le fortificazioni di Ortigia.
All'interno del monumento gli animali da sacrificare accedevano attraverso due rampe contrapposte, a nord e a sud della costruzione, mentre al suo centro vi era un altro rialzo dove ardevano i fuochi per la combustione sacrificale. Nella rampa di nord, quella più vicina alla ringhiera di viale Paradiso, sono ancora visibili i piedi di uno dei telamoni che adornavano gli ingressi. L'ampia piazza antistante era cinta da un grande portico, con quattordici colonne nei lati corti e sessantaquattro nei lati lunghi, al centro del quale vi era una grande vasca con un basamento destinato a sostenere, forse, una statua.
Condividi "Ara di Ierone II" su facebook o altri social media!