Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Museo Civico

Siena / Italia
Vota Museo Civico!
attualmente: 06.67/10 su 3 voti
Il Museo Civico è ubicato al primo piano del Palazzo Pubblico, in Piazza del Campo. Vi si accede dal cortile del Palazzo. Il Museo Possiede un patrimonio storico-artistico di straordinario valore dovuto a opere come la Maestà di Simone Martini, il Buono e Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti, a dipinti italiani e stranieri databili tra i secoli XVI e XVIII, ceramiche di manifattura senese dei secoli XIV e XVIII e altre preziose collezioni. Nella Sala del Consiglio era collocato il Mappamondo girevole dipinto da Ambrogio Lorenzetti nel 1345, costituito da un telaio rotondo girevole ricoperto di materiale leggero, sfortunatamente perduto.
Ci limitiamo qui ad una rapida elencazione delle opere maggiori che si possono ammirare al Museo, nel corso di una visita. Si può iniziare con la Sala del Risorgimento, che ospita affreschi della vita di Vittorio Emanuele II, opera di pittori senesi di fine Ottocento. Segue la Sala di Balia o dei Priori con gli affreschi dedicati ad Alessandro III e opere di Martino di Bartolomeo e di Spinello. Oltre si trova la Sala dei Cardinali e, successivamente, la Sala del Concistoro. In successione si trovano l’Anticappella, decorata con affreschi di Taddeo di Bartolo e la Cappella.
Si entra poi nella Sala del Mappamondo, l'ambiente più vasto del Palazzo, che contiene la bellissima Maestà di Simone Martini, iniziata nel 1312, e il Guidoriccio da Fogliano del 1328, sempre del Martini. Sotto quest'opera, il Sodoma , nel 1529, dipinse San Vittore e Sant'Ansano, due degli antichi santi protettori di Siena. Sulla parte alta della parete davanti alla finestra vi sono le opere: La battaglia della Val di Chiana (1363), di Lippo Vanni, e La battaglia del Poggio Imperiale, di Giovanni di Cristoforo Ghini e Francesco d'Andrea; in basso si trovano alcuni dei maggiori santi senesi: Beato Bernardo Tolomeo del Sodoma, San Bernardino di Sano di Pietro e Santa Caterina del Vecchietta.
Sulla destra si accede alla Sala della Pace - un tempo sede del governo della città - che contiene uno stupendo ciclo di affreschi allegorici creati dal Lorenzetti: l’Allegoria del Buon Governo, del 1338-1340, e gli Effetti del Buon Governo in Città e in Campagna, che illustrano gli effetti positivi del Governo dei Nove. Sulla parete opposta si trovano invece gli Effetti del Mal Governo. Di fronte si trova la Sala dei Pilastri con dipinti senesi del Trecento e del Quattrocento. Al secondo piano si trova la Loggia che si affaccia sulla parte sud della città con quattro grandi arcate dove si conservano i resti dell'originale Fonte Gaia di Jacopo della Quercia.
Condividi "Museo Civico" su facebook o altri social media!