Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
follow us! @travelitalia

Oratorio dei Santi Pietro e Caterina

Savona / Italia
Vota Oratorio dei Santi Pietro e Caterina!
attualmente: 09.50/10 su 4 voti
Sede dell’omonima Confraternita, l’Oratorio sorge in Via dei Mille. Deriva dalla Domus di Santa Caterina, presente sul Priamàr con una propria sede già nel 1260, e dall’unita Domus Sancti Petri. L’oratorio fu trasferito al piano nel 1544, nella contrada di Scarzeria, presso l'Ospedale dei Calegari intitolato ai SS. Crispino e Crispiniano. Nel corso del Seicento la confraternita acquisì le “casse”, ossia le imponenti strutture lignee che sfilano nella Processione del Venerdì Santo, denominate: La flagellazione, di scuola napoletana; Cristo che cade sotto la croce, pure di scuola napoletana; Ecce Homo, realizzata dalla scultrice Renata Cuneo nel 1978, come rifacimento di una precedente opera secentesca distrutta da un bombardamento nel 1944.
Dopo la demolizione, avvenuta nel 1724, nel 1729 fu costruito il nuovo edificio, decorato dai cicli pittorici con le Storie dei santi titolari dei pittori savonesi Carlo Giuseppe Ratti, Paolo Gerolamo Brusco e Giuseppe Bozzano.
L'oratorio ha pianta ellittica sormontata da cupola con presbiterio e due cappelle laterali. Sopra l'altare spicca una Madonna con bambino e santi titolari della prima metà del Seicento, mentre nelle cappelle laterali sono conservati due dipinti del Ratti: Santa Caterina liberata dalla tortura e Disputa di Santa Caterina. Altre opere conservate dall’Oratorio sono la Caduta di Simon Mago del Brusco e Morte di Anania del Bozzano.
Nuovamente demolito l'oratorio nel 1882, la Confraternita veniva ospitata nella chiesa della SS. Concezione.
Condividi "Oratorio dei Santi Pietro e Caterina" su facebook o altri social media!