Login / Registrazione
Venerdì 9 Dicembre 2016, San Siro
follow us! @travelitalia

Fortezza di Priamar

Savona / Italia
Vota Fortezza di Priamar!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
La Fortezza del Priamàr sorge sul promontorio omonimo, in Corso Mazzini. La robusta fortificazione fu costruita dalla Repubblica di Genova - nel 1542, in soli otto mesi - sulle rovine dell'abitato medievale savonese, che comprendeva l’antica cattedrale, costruita fra l’825 e l’887, e intitolata a Santa Maria di Castello.
Eretta su disegno dell’architetto Olgiati, la Fortezza aveva due funzioni fondamentali: da un lato, proteggere il territorio da possibili attacchi provenienti dall’esterno – in particolare dallo stato sabaudo – , dall’altro, tenere sotto controllo la città di Savona che nel 1528 era stata definitivamente sottomessa. Considerata una delle più importanti opere militari edificate dai Genovesi, la Fortezza si trova in una posizione strategica per il controllo dell'alto Tirreno e dello sbocco a mare delle valli comprese tra Capo Vado e Capo Torre, presso Albisola.
All'interno dei bastioni, nel corso del XVII e del XVIII secolo, vennero costruiti i Palazzi del Commissario, degli Ufficiali e della Sibilla. Questi ultimi, con la quattrocentesca Loggia e il cinquecentesco padiglione dello Stendardo, completano un formidabile quadrilatero dall'aspetto severo e armonioso, nonostante i suoi elementi si siano formati nell'arco di tre secoli.
Nel 1820 la struttura diventa carcere e ospiterà detenuti illustri come il rivoluzionario Santorre di Santarosa e l'eroe del Risorgimento Giuseppe Mazzini (1830-1831), che qui concepì la formazione della Giovane Italia: le relative celle sono ancor oggi meta di visita.
Il complesso è a forma di triangolo, sporgente verso l'esterno, posto a intervalli regolari lungo il fronte della cinta muraria. Attualmente la Fortezza si divide in due piazze principali: il Piazzale del Maschio con il Palazzo della Loggia – dove hanno sede il Museo Storico-Archeologico, la Pinacoteca Civica e il Museo d’Arte “Sandro Pertini” – e il Piazzale Sibilla, dove sorgono gli scavi della cattedrale. Inoltre ci sono numerosi cunicoli ancora oggi impraticabili e sconosciuti. Nel Bastione San Bernardo è ospitato il Museo “Renata Cuneo”.
Condividi "Fortezza di Priamar" su facebook o altri social media!