Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Altare Prenuragico di Monte d’Accoddi

Sassari / Italia
Vota Altare Prenuragico di Monte d’Accoddi!
attualmente: 10.00/10 su 5 voti
L’Altare Prenuragico di Monte d’Accoddi sorge a undici chilometri da Sassari e risale all’età del rame (circa 2450-1850 a.C.). La costruzione, scoperta nel secondo dopoguerra, si presenta come un ampio cumulo di pietre e terra. Si ritiene che sia stata per molti secoli un centro religioso, e che sulla sua sommità fossero celebrati i riti propiziatori per la fecondità della terra, o il culto dei defunti.
In origine doveva avere la forma di una piramide tronca a base trapezoidale – simile alle “ziqqurat” della Mesopotamia – sostenuta da massicce murature di blocchi non squadrati, sovrapposti a secco. L’altare si eleva a dieci metri di altezza, e la sua piattaforma ha un perimetro di metri 30,50 per 37,50. Presso il santuario sono stati dissepolti alcuni menhir, forse simbolo delle divinità cui si rendeva il culto; una pietra sferica, probabile simbolo del sole; i resti di molte capanne rettangolari. Sul lato est sono state ritrovate due tavole sacrificali in pietra lavorata, una del diametro di oltre tre metri.
L’altare è importante “per la particolarità della tecnica costruttiva, che precorre l’architettura della successiva età nuragica e per l'originalità tipologica che gli permette di essere l'unico esempi di grande altare megalitico conosciuto in tutto il Mediterraneo occidentale”. Il suo ritrovamento ha aperto nuove prospettive sulla cultura e sulla storia della Sardegna preistorica.
Condividi "Altare Prenuragico di Monte d’Accoddi" su facebook o altri social media!