Login / Registrazione
Venerdì 24 Novembre 2017, San Colombano
follow us! @travelitalia

San Serapione

Martire - 14/11

 
All'inizio del terzo secolo, Settimio Severo, inizialmente tollerante con i cristiani, attaccò duramente il proselitismo, decretando la proibizione del battesimo. Ciò non frenò l'avanzata del cristianesimo, ma portò alla chiusura di celebri scuole di catechesi, come quella di Alessandria d'Egitto. Ad Alessandria si verificò un breve ma violento sussulto di persecuzione e di intolleranza nei confronti della numerosissima comunità cristiana. Molti cristiani furono flagellati e lapidati; una vergine, Apollonia, dopo inumane sevizie, fu bruciata viva. Poi – scrive il vescovo Dionigi - i persecutori presero ancora nella sua casa Serapione, gli fecero subire duri tormenti, gli ruppero tutte le giunture delle membra e lo gettarono dalla stanza alta, con la testa all'ingiù. Il culto di San Serapione, inspiegabilmente sconosciuto in Oriente, fiorì in Occidente, da quando Floro introdusse in blocco nel suo Martirologio tutti i martiri di Alessandria.