Domenica 23 Settembre 2018, San Pio da Pietrelcina
follow us! @travelitalia

San Luigi Gonzaga

Religioso - 21/6

 
Nacque il 9 marzo 1568. Il padre, Ferrante Gonzaga, marchese di Castiglione delle Stiviere e comandante dell'esercito imperiale, avrebbe voluto che il figlio seguisse la carriera delle armi. A dieci anni, Luigi è inviato a Firenze, paggio del granduca di Toscana. E qui scopre la sua vera vocazione: votarsi alla perpetua verginità. Si reca quindi in Spagna, ove può studiare filosofia e teologia. Dopo la prima comunione, ricevuta da San Carlo Borromeo, decide di farsi gesuita. Combatte a lungo per vincere la resistenza del padre, ma finalmente può seguire la sua vocazione; rinuncia al titolo e all’eredità paterna e compie il noviziato sotto la direzione di San Roberto Bellarmino, scegliendo le incombenze più umili e dedicandosi agli ammalati. Nell'epidemia di peste che colpì Roma nel 1590, rimane contagiato raccogliendo sulla strada un moribondo. Se lo era caricato sulle spalle e lo aveva portato all'ospizio del Campidoglio dove prestava servizio. Mori a ventitré anni, il 21 giugno 1591, fu beatificato nel 1605 e canonizzato nel 1726.. Le ceneri poste in un vaso di lapislazzuli si venerano nella cappella a lui dedicata in Sant'Ignazio di Loyola a Campo Marzio. Precedentemente era sepolto nella Chiesa dell’Annunziata del Collegio Romano, dove ebbe varie sepolture fino al definitivo trasferimento avvenuto il 5 agosto del 1649.