Login / Registrazione
Giovedì 29 Settembre 2016, SS. Michele, Gabriele e Raffaele
follow us! @travelitalia

Villa Comunale

Salerno / Italia
Vota Villa Comunale!
attualmente: 09.00/10 su 10 voti
Situata alle porte della città, e sorta per opera del Senatore Luciani, la Villa fu progettata dall'architetto Casalbore nella seconda metà dell’Ottocento. In passato veniva considerata una delle principali aree di collegamento fra la città antica e gli altri centri urbani, specialmente Napoli. Il giardino nacque nel 1874 intorno alla celebre fontana di Don Tullio, ovvero di Esculapio, famosa per fornire ristoro ai viandanti provenienti dal mare o dal capoluogo.
La Villa è incantevole, con viali ombrosi e fontane, alimentate dall’acqua dell'Ausino. Essa è stata ampliata nei primi decenni del Novecento e restaurata di recente. Con l’ultimo intervento è stato realizzato un progetto di restauro botanico e architettonico. Si è trattato di un recupero davvero prestigioso che ha visto l'ampliamento dell'area verde, radicalmente riqualificata e destinata a orto botanico con l'innesto di nuove piante rare, legate alla cultura mediterranea. La fontana centrale e gli altri monumenti sono stati restaurati. Sono stati ridisegnati i viali e rifatta la pavimentazione, ora estesa fino alle porte del Teatro Verdi; sicché, adesso, i due più importanti luoghi cittadini risultano collegati da un suggestivo percorso pedonale, Traversa D'Agostino, sulle note di una delicata filodiffusione che accompagna i visitatori.
La villa è ricca di monumenti dedicati ai più importanti personaggi storici salernitani. In particolare, vi si trova il monumento a Giovanni Nicotera, superstite della eroica spedizione di Sapri, rappresentante politico di Salerno dopo il 1860, uno dei maggiori uomini di Stato del primo mezzo secolo del Regno d'Italia. Salerno, dove egli era stato condannato a morte, volle premiare il suo patriottismo inviandolo deputato al Parlamento. e oggi ne custodisce lo stallo su cui sedette a Montecitorio e la divisa di ministro che più volte ebbe a vestire.
Condividi "Villa Comunale" su facebook o altri social media!