Login / Registrazione
Mercoledì 28 Settembre 2016, San Venceslao
follow us! @travelitalia

Musei di Salerno

Salerno / Italia
Vota Musei di Salerno!
attualmente: 08.00/10 su 7 voti
MUSEO ARCHEOLOGICO PROVINCIALE
c/o Complesso di San Benedetto Via San Benedetto, 28
Aperto nel 1927, il Museo comprende molto materiale archeologico rinvenuto nel salernitano, specialmente nell'Agro picentino, nella Lucania antica, e dalle varie necropoli etrusco-sannitiche di Fratte, Pontecagnano, Palinuro. Fra i numerosi pezzi di origine romana, è notevole una testa di Apollo del I secolo a.C., attribuita allo scultore campano Pasiteles. Interessante la sezione numismatica e la quadreria che espone opere di autori spagnoli dal Quattrocento al Settecento.

MUSEO DELLA CERAMICA “ALFONSO TAFURI”
Largo Cassavecchia
Aperto al pubblico nel 1987, il museo contiene una ricca raccolta di mattonelle (le c.d. riggiole) dipinte a mano, tipiche del '700 napoletano e dell'800 vietrese. Sono poi esposti utensili da lavoro del Duecento, nonché piatti, boccali e altri oggetti di manifattura locale. Interessante è anche la collezione dei pezzi realizzati da artisti tedeschi dal 1920 al 1947.

MUSEO DELLE CERAMICHE DEL CASTELLO
c/o Castello di Arechi
Via Croce
Contiene una pregevole raccolta di reperti e di materiale ceramico, rinvenuti durante i lavori di restauro del Castello di Arechi. Il Castello fu costruito dai Longobardi nell’VIII secolo, sopra una precedente fortificazione bizantina.

MUSEO DIDATTICO DELLA SCUOLA MEDICA SALERNITANA
c/o Ex Chiesa di San Gregorio
Via dei Mercanti, 72
E’ un museo virtuale, fondato nel 1993. Non contiene oggetti né documenti originali, ma una collezione di riproduzioni fotografiche e diapositive luminose di codici manoscritti e miniati – di varia provenienza europea – che permettono di ricostruire la storia della grande Scuola Medica Salernitana, operante dall'XI al XII secolo.

MUSEO DIOCESANO
c/o Seminario Arcivescovile
Largo Plebiscito Fondato nel 1935, contiene il Tesoro del Duomo e molti oggetti d'arte provenienti dal Duomo, da ritrovamenti e acquisizioni. Notevoli sono i dipinti di maestri meridionali di varie epoche, tra cui Roberto Oderisio, Massimo Stanzione, Luca Giordano; prezioso il c.d. paliotto in avorio del XII secolo (64 tavolette, con scene bibliche); stupendo l’Exultet miniato del XIII secolo. Ricca è la sezione numismatica, con monete che vanno dalla Magna Grecia alla Zecca di Salerno.

PINACOTECA PROVINCIALE
c/o Palazzo Pinto
Via dei Mercanti, 63
Espone dipinti che vanno dal Rinascimento alla prima metà del Novecento. Di epoca rinascimentale sono le pregevoli tavole di Andrea Sabatini da Salerno e del Maestro dell’Incoronazione di Eboli. Del Seicento sono le tele di Giovanni Battista Caracciolo, Andrea De Lioni e Carlo Rosa; del Settecento i quadri di Francesco Solimena e della sua accademia. Bella la sezione dedicata agli artisti stranieri, che dipinsero la splendida costiera amalfitana.
Condividi "Musei di Salerno" su facebook o altri social media!