Login / Registrazione
Mercoledì 28 Settembre 2016, San Venceslao
follow us! @travelitalia

Forte la Carnale

Salerno / Italia
Vota Forte la Carnale!
attualmente: 08.00/10 su 8 voti
Ubicato presso la foce del fiume Irno, il Forte (o Torrione) la Carnale faceva parte di un sistema difensivo costituito appunto da torri, realizzato alla metà del Cinquecento per difendere la città dalle invasioni saracene. Probabilmente, il Forte prende il nome da una strage di Saraceni verificatasi intorno all’anno 872. Trentamila corsari, approdati a Salerno, la cinsero di duro assedio; già la città stava capitolando per fame, quando la morte improvvisa e accidentale di Abdila, capo degli assalitori, seminò lo scompiglio fra loro. I Salernitani ne approfittarono e assalirono i nemici, trucidandone circa quindicimila. Gli altri, atterriti dalla disfatta e tornati alle loro navi, si dettero alla fuga; ma colpiti da una tempesta presso le Calabrie, perirono tutti.
Per la sua posizione strategica, si pensa che la Carnale ospitasse uomini a cavallo con il compito di avvertire la popolazione, in caso di attacchi dal mare. Verso la metà del Seicento, Ippolito da Pastena, il Masaniello salernitano, utilizzò il forte come base di comando per una rivolta contro gli Spagnoli. Vi stabilì anche un presidio di 100 uomini per fronteggiare lo sbarco di truppe francesi, sottraendo Salerno alla capitolazione. Durante la Seconda Guerra mondiale, il forte fu rinforzato con vari "bunker" e dotato di batterie costiere. Subì gravi danni durante lo sbarco alleato del 1943, ovviamente contrastato dai Tedeschi.
Recentemente ristrutturato su due livelli, il Forte è utilizzato per mostre ed esposizioni culturali.
Condividi "Forte la Carnale" su facebook o altri social media!