Login / Registrazione
Mercoledì 7 Dicembre 2016, Sant'Ambrogio
follow us! @travelitalia

Area Archeologica di Fratte

Salerno / Italia
Vota Area Archeologica di Fratte!
attualmente: 08.29/10 su 7 voti
L’Area sorge su una collinetta di tufo, sulla riva sinistra del fiume Irno – in un antico centro abitato, non ancora ben identificato – e copre un’estensione di circa 4.500 mq. Si tratta di una necropoli etrusco-sannita, quindi di epoca preromana, con ruderi che risalgono al VI secolo a.C.
La zona fu definita acropoli, sia per la posizione topografica dei ritrovamenti, sia perché le strutture rinvenute lasciavano intravedere un centro religioso e civile alla sommità dell’insediamento. Gli scavi effettuati hanno portato alla luce alcune tombe e una cisterna oltre a numerose anfore e a oggetti personali, appartenuti agli antichi abitanti della città. Notevoli, in particolare, sono gli imponenti resti della necropoli di epoca sannitica di fine IV secolo a.C., con otto tombe di blocco di tufo grigio locale di cui due a camera, con letti funebri forniti anche del cuscino. Nella parte occidentale dell’area si trovano alcune vasche di decantazione dell’argilla, una cisterna e una fornace, a testimonianza che Fratte fu un importante centro di lavorazione dell’argilla locale. Tutto lascia pensare che questa attività si sia svolta ininterrottamente, dal V secolo a.C. al VI d.C.
Molti reperti dell’area sono conservati presso il Museo Archeologico Provinciale di Salerno.
Condividi "Area Archeologica di Fratte" su facebook o altri social media!