Login / Registrazione
Sabato 10 Dicembre 2016, Madonna di Loreto
follow us! @travelitalia

Terme di Diocleziano

Roma / Italia
Vota Terme di Diocleziano!
attualmente: 09.50/10 su 4 voti
Erette tra il Viminale ed il Quirinale, le Terme di Diocleziano sono le più grandi di Roma e del mondo romano. Per costruirle, furono demoliti numerosi edifici e fu modificata la rete stradale. Per l'approvvigionamento idrico fu realizzata una diramazione dell'Aqua Marcia. I lavori, iniziati nel 298 da Massimiano e Diocleziano, furono completati nel 305-306 da Galerio e Costanzo Cloro. La gigantesca costruzione, che poteva ospitare contemporaneamente più di 3.000 persone, occupa un’area di m 380 x 370. Il lato di fondo presentava al centro una grande esedra con gradinate, forse utilizzata per spettacoli teatrali, mentre ai lati del vasto emiciclo, due vani rettangolari ospitavano le Biblioteche. L'edificio balneare misurava circa m 250 x 180 e si articolava, secondo uno schema canonico per le terme imperiali, attorno all'asse centrale minore comprendente la grande piscina (natatio), il frigidarium, il tepidarium e il calidarium. Allineate con il calidarium erano due aule ottagone, una delle quali, l'ex Planetario, ospita oggi un'esposizione di sculture provenienti da terme. La costruzione era riccamente decorata, con sculture, vasche di granito, di porfido verde di Laconia e la grande vasca monolitica di porfido, attualmente ai Musei Vaticani.
Le Terme furono abbandonate dopo il taglio degli acquedotti a opera dei Goti di Vitige, nel 537, e le devastazioni degli armati di Totila, nel 546. Da allora il sontuoso edificio divenne una cava di materiali di reimpiego, ma ancora nel XV e XVI secolo conservava parte della sua decorazione marmorea. Nel 1561 Pio IV decise di realizzare all'interno delle terme una basilica dedicata a Santa Maria degli Angeli . Nel 1575 Gregorio XIII trasformò gli ambienti a ovest del calidarium in granai. Nel 1754 Benedetto XIV installò nell'ambiente adiacente all'aula Ottagona la chiesa di S. Isidoro in thermis. Nell’Ottocento gli ex granai divennero sede del Pio Istituto Generale di Carità, e singole parti dell'edificio furono cedute a privati Con le trasformazioni urbanistiche legate alla proclamazione di Roma capitale, il complesso subì ulteriori gravi mutilazioni.
Una sezione dell’edificio termale è inglobata nelle strutture del vicino Museo delle Terme di Diocleziano, che, recentemente rinnovato, ospita nella cornice dello straordinario Chiostro di Michelangelo le sezioni di protostoria ed epigrafia del Museo Nazionale Romano. Nelle Grandi Aule, la struttura ospita spesso mostre temporanee e di grande prestigio.
Condividi "Terme di Diocleziano" su facebook o altri social media!