Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Piazza del Popolo

Roma / Italia
Vota Piazza del Popolo!
attualmente: 09.25/10 su 8 voti
La porta settentrionale della Città di Roma era detta Porta del Popolo, perché da questo ingresso affluivano in città i pellegrini provenienti a Roma da tutta Europa, specie nella ricorrenza dell’Anno Santo. Verso la fine del Settecento fu decisa una nuova sistemazione urbanistica a questa porta: in sostanza, fu allargata la piazza alle sue spalle, per mostrare a chi arrivava una scenografia suggestiva e grandiosa. Lo scopo era di offrire un’immagine della grandezza della Chiesa di Roma e dell'accoglienza che i pellegrini potevano aspettarsi.
I lavori di sistemazione risparmiarono la Porta del Popolo, l'obelisco al centro della piazza e le due chiese gemelle ai lati di Via del Corso, ma tutt'attorno fu aperto un grandissimo spazio costituito da due emicicli decorati da statue e fontane. Il lato ovest si integra con le case e i palazzi della città, mentre il lato est sale verso la collinetta del Pincio, integrandosi con i suoi giardini.
All'imbocco di Via del Corso si trovano le cosiddette Chiese Gemelle, di Santa Maria dei Miracoli (1675-79) e di Santa Maria di Montesanto, (1662-75) iniziate da Carlo Rainaldi e completate dal Bernini con la collaborazione di Carlo Fontana. Al centro della piazza si erge l'Obelisco Flaminio, alto 24 metri, costruito ai tempi dei faraoni Ramesse II e Mineptah (1232-1200 a.C) e portato a Roma all’epoca di Augusto. In fondo alla piazza, verso destra, prima dell'arco trionfante si trova la chiesa di Santa Maria del Popolo, piccolo gioiello e inestimabile patrimonio artistico. Ricostruita, come si sostiene, da Baccio Pontelli e da Andrea Bregno tra il 1472 e il 1477, ospita i dipinti di Caravaggio “La conversione di San Paolo” e “La crocifissione di San Pietro”, “La Natività” del Pinturicchio, “L'Assunzione” di Annibale Carracci, le architetture di Raffaello e Bramante, le sculture di Andrea Bregno e del Bernini.
Condividi "Piazza del Popolo" su facebook o altri social media!