Login / Registrazione
Venerdì 30 Settembre 2016, San Girolamo
follow us! @travelitalia

Palazzo della Cancelleria

Roma / Italia
Vota Palazzo della Cancelleria!
attualmente: 06.00/10 su 4 voti
Il Palazzo della Cancelleria fu voluto dal cardinale Raffaele Riario con il contributo dell'altro nipote di Sisto IV, il Pontefice Giulio II della Rovere. La costruzione risale presumibilmente al periodo che va dal 1483 al 1513. A lungo ritenuto opera del solo Bramante, oggi si ritiene più probabile che il progetto complessivo dell'edificio sia da attribuire ad Andrea Bregno: il Bramante avrebbe la paternità del perfetto cortile e della chiesa inglobata nella costruzione.
Le cose più ammirevoli sono: la pacata armonia della facciata, la cui lunghezza è equilibrata da due avancorpi appena accennati; il cortile, assoluto capolavoro del genere; lo scalone; un portale quattrocentesco che si trova nel primo loggiato; la Sala Riaria (o Aula Magna); il Salone detto "dei cento giorni" perché il Vasari, che lo decorò con illustrazioni dei "Fatti della vita di Paolo III Farnese", si vantò di aver compiuto l'opera in soli cento giorni ("e si vede", commentò laconicamente Michelangelo); l'appartamento cardinalizio, sempre al piano nobile.
Nell'edificio si trova anche un salone ad uso di teatrino, creato dal cardinale Pietro Ottoboni. Nella seconda metà del Seicento, il palazzo era infatti divenuto un centro fervido di vita teatrale e musicale dove si esibirono i maggiori artisti dell'epoca, a cominciare da Arcangelo Corelli.
Dopo la confisca al Riario del 1517, provocata dalla partecipazione del cardinale alla congiura contro Papa Leone X, il palazzo fu affidato al vice-cancelliere della Santa Chiesa, il cardinale Giuliano de' Medici, divenendo in seguito la sede definitiva dell'istituzione ecclesiastica che determina il nome stesso della struttura. L'edificio è stato destinato - per brevi periodi - ad ospitare la Corte Imperiale napoleonica (1809-1814), il parlamento Romano (1848) e la sede dell'Assemblea Costituente della Repubblica Romana (1849). Ciò nonostante l’edificio accoglie ancor oggi la Cancelleria Apostolica ed il Tribunale della Sacra Rota, godendo del diritto di extraterritorialità riconosciuto con i Patti Lateranensi alla Chiesa, per alcune residenze lontane dalla Città del Vaticano.
Condividi "Palazzo della Cancelleria" su facebook o altri social media!