Login / Registrazione
Domenica 25 Settembre 2016, Sant'Aurelia
APT Roma - CC by-sa
follow us! @travelitalia

Colosseo

Roma / Italia
Vota Colosseo!
attualmente: 09.78/10 su 36 voti
Il Colosseo fu costruito dall'Imperatore Vespasiano, verso il 72 e inaugurato da suo figlio Tito nel 80. Denominato in origine "Amphitheatrum Flavium", nell’XI secolo prese il nome di Colosseo dalla vicina grande statua bronzea di Nerone, detta “il Colosso”.
Con una circonferenza di 527 metri e un'altezza di 57, il Colosseo era il più grande anfiteatro dell’antichità. Su un’area di circa 19.000 mq, esso comprendeva quattro piani di 80 arcate ciascuno e conteneva circa 70.000 posti. La distribuzione dei posti avveniva nei cinque settori in cui era suddivisa la cavea ed erano assegnati alle diverse classi sociali: il settore più alto era destinato alla plebe. Al centro dell'asse maggiore era il “pulvinar”, il palco dell'imperatore; a questi era riservato anche un passaggio particolare, ipogeo, ricavato nelle fondazioni dell'edificio, noto come "passaggio di Commodo". Nell’arena si svolgevano i combattimenti gladiatori (munera) e gli spettacoli di caccia (venationes); ma si davano anche favolosi spettacoli come le naumachie, battaglie navali simulate nell'arena riempita di acqua, e si eseguivano esecuzioni capitali. Nel corso delle numerose persecuzioni subite, molti cristiani furono condannati “ad bestias”, cioè ad essere divorati dalle belve nel Colosseo.
Incendi e terremoti devastarono gravemente il colossale edificio; numerosi furono quindi gli interventi di restauro, operati nei secoli Il-IV, come attestano la tradizione letteraria e le testimonianze epigrafiche. In seguito ai disastrosi terremoti del V secolo, furono rifatti l'arena, il podio e parte della stessa cavea. Dopo la caduta dell’impero, ci furono altre opere di risanamento, ma pian piano il grande anfiteatro fu abbandonato e nel VI secolo adibito ad area di sepoltura; in seguito, fu usato come abitazione. Nell’alto medioevo il Colosseo diventò fortezza dei Frangipane e degli Annibaldi. I terremoti del 1231 e del 1349 portarono altri danni al Colosseo che oramai in rovina venne abbandonato di nuovo. Il triste destino lo fece diventare una cava di marmo usato per costruire nuovi edifici. I più noti sono la Basilica di San Pietro, Palazzo Venezia e della Cancelleria, Palazzo Barberini e il porto di Ripetta. Nel corso del giubileo del 1675, il Colosseo assunse il carattere di luogo sacro in memoria dei molti martiri cristiani qui condannati al supplizio e nel 1744 Papa Benedetto XIV lo consacrò alla passione di Cristo e vi fece costruire le 15 tappe della Via Crucis. Il Colosseo fu restaurato più volte nell’Ottocento e nel Novecento.
Condividi "Colosseo" su facebook o altri social media!