Login / Registrazione
Mercoledì 28 Settembre 2016, San Venceslao
follow us! @travelitalia

Basilica di San Pietro in Vincoli

Roma / Italia
Vota Basilica di San Pietro in Vincoli!
attualmente: 08.00/10 su 11 voti
La basilica risale al V secolo e fu fatta erigere dall'imperatrice Eudossia - moglie di Valentiniano III - per conservare le catene di San Pietro. Le catene sono ancor oggi visibili nella teca conservata sotto l'altare maggiore. Secondo la leggenda, si tratterebbe di due diverse catene - una proveniente dal carcere di Gerusalemme l'altra dal carcere Mamertino di Roma - che si sarebbero miracolosamente saldate nel corso della cerimonia celebrata dal papa. L'aspetto attuale della basilica deriva dai lavori che il Cardinale Giuliano della Rovere (poi diventato Papa Giulio II) fece eseguire verso la fine del Quattrocento.
L'insolita facciata è costituita da un interessante portico quattrocentesco, mentre l'interno - pur alterato da numerosi rifacimenti - conserva ancora le splendide colonne doriche della costruzione primitiva. E' raro trovare colonne di questo tipo nell'architettura romana e non è facile stabilirne la provenienza. Nel transetto destro, si trova il Mosè di Michelangelo. La statua è parte integrante del monumento funebre a Giulio II. Anche se il complesso non fu realizzato come il Buonarroti aveva progettato (dovevano esserci più di 40 statue), il Mosè è un capolavoro del Rinascimento, riconosciuto a livello mondiale come opera d'arte di incomparabile espressività e bellezza.
Condividi "Basilica di San Pietro in Vincoli" su facebook o altri social media!